Niente da fare per superare la Lazio e il muro eretto da Mascia in gara -1 della semifinale dei playoff. Il Futsal Pescara Femminile torna da Fiano con una sconfitta per 4-1 (in gol solo Belli su rigore), ma basterà una vittoria – anche con il minimo scarto – per prolungare la serie a gara -3 e cercare di raggiungere ancora una volta la finale Scudetto contro una tra Tikitaka Planet e Città di Falconara.

BORGES – “La gara di sabato è passata, punto – taglia corto Bruna Borges, rientrata da poco in biancazzurro -. Non dobbiamo più pensarci. Adesso cerchiamo solo di lavorare duramente e siamo concentrate sulla prossima partita”. Per tutti gli appassionati, appuntamento per venerdì alle 20 al PalaRigopiano, con l’intento di darne subito un altro per domenica 29 maggio. Se così non fosse, vorrebbe dire fine della stagione per le adriatiche. Ma l’universale di Primavera mantiene la sua proverbiale calma. “Sono una persona molto tranquilla ed è con la massima serenità che aspetto di scendere in campo per vedere cosa accadrà. L’anno scorso siamo arrivate fino in fondo e abbiamo vinto il tricolore, è vero, questa però è un’altra stagione. Non dobbiamo avere fretta. Un gradino alla volta, da salire tutte insieme, fino alla fine”.


Ufficio Stampa Futsal Pescara Femminile