Il Pero femminile ha approcciato al meglio il primo campionato di Serie A2, con due vittorie nelle prime due gare contro Jasnagora e Italgirls Breganze, che valgono il primato in compagnia del Padova. Domenica, per le ragazze di mister Tiralongo, la prova del nove nell’anticipo delle ore 13 sul campo del Cus Cagliari, ancora senza punti in classifica. Protagonista dell’ultima vittoria per 3-2 al PalaPertini di Cornaredo il capitano Priscila Faria De Oliveira, a segno con una tripletta.

Vittoria meritata contro il Breganze?
Sì – afferma Priscila -, abbiamo avuto per quasi tutto l’incontro il possesso della palla, creando tante occasioni per segnare, dove abbiamo sbagliato qualche volta nella finalizzazione. Loro giocavano chiuse dietro e ci hanno messo un po’ in difficoltà, approfittando dei nostri sbagli per restare sempre in partita. Noi siamo state brave a crederci fino alla fine e a portare a casa meritatamente i tre punti.

Sei soddisfatta della prestazione della squadra?
Sì, anche se penso che questa squadra ha un margine grandissimo di miglioramento. Domenica scorsa siamo entrate in partita con la voglia e lo spirito giusto, ma purtroppo in alcuni momenti abbiamo fatto un po’ di confusione per l’ansia di entrare dentro la loro difesa e concretizzare. Per questo c’è ancora tanto da migliorare.

Vi aspettavate di essere in testa dopo la seconda giornata?
Siamo una neopromossa e non conosciamo il valore delle avversarie. Per questo il nostro obiettivo è di giocare ogni match dando il massimo, come se fosse l’ultima e poi, quando finisce la gara, si guarda il risultato finale. E così sarà fino alla fine del campionato.

Come vedi la sfida di domenica sul campo del CUS Cagliari?
Sarà un’altra partita molto difficile però per noi non cambierà niente, perché andremo lì tutte per dare al massimo e vedremo come andrà a finire.

Ufficio Stampa Gs Pero