E’ un bel momento per il Pelletterie: domenica scorsa è arrivata la seconda vittoria consecutiva, un 7-2 ai danni del Tombolo. Risultato che carica le ragazze di mister Zudetich per il prossimo match, lo “scontro diretto” con le siciliane della Virtus Ragusa, a loro volta a quota 7 punti in classifica. Nel frattempo, noi di Ladyfutsal abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Lara D’Amato. Giocatrice della Nazionale slovena, Lara questa estate ha scelto Pelletterie per il prosieguo della sua carriera. Le sensazioni, la Nazionale, il legame con il suo Teddy: ecco cosa ci ha raccontato in questa bella intervista…

Ciao Lara! Domenica avete portato a casa un’altra vittoria: che Pelletterie hai visto in campo?

“Ho visto in campo un Pelletterie con la voglia di vincere e far bene davanti al proprio pubblico. Ci eravamo preparate bene durante tutta la settimana per questa partita, nonostante tantissime difficoltà visti i tre-quattro infortuni importanti che abbiamo subìto. Abbiamo vinto anche per le ragazze che purtroppo non possono essere in campo con noi”.

Psicologicamente per voi è un bel momento: dopo tanto lavoro i risultati stanno arrivando.

“Ovviamente vincere aiuta a stare bene, dà morale. Purtroppo ci sono stati appunto questi infortuni, per queste partite abbiamo perso giocatrici. Ma dopo due vittorie consecutive nello spogliatoio c’è sicuramente una bella atmosfera”.

Questa è la tua prima stagione al Pelletterie. Come ti stai trovando?

“Mi sto trovando bene. Questa estate ho ricevuto tante offerte, il Pelletterie è stata l’ultima e decisiva. Ho scelto questa società perché, dopo aver disputato varie stagioni in A2, volevo mettermi alla prova in un campionato di Serie A. E sono molto contenta. La mia scelta è dipesa anche dalla vicinanza a casa: ho sempre scelto squadre che mi portavano lontano – ho giocato soprattutto in Puglia – e quindi quest’anno sono davvero contenta di essere qui”.

Hai un legame speciale con il tuo orsetto di peluche, Teddy. Raccontaci qualcosa di lui…

“Teddy per me è tutto! Lo considero il mio migliore amico, ha vissuto davvero tutto con me. E’ qui insieme a me da quindici anni, è una parte importante di me e farà sempre parte del mio cuore. Lui mi ha visto piangere, crescere, sorridere, mi ha vista felice, triste… Insomma, in tutte le mie sfaccettature. Gli voglio un bene dell’anima. Ovviamente mi segue sempre!”.

Sei un punto fermo della Nazionale slovena. Come procede e quali saranno i prossimi impegni?

“Una settimana fa abbiamo giocato contro la Spagna e perso di tanto, ma sono molto, molto contenta di vestire questa maglia. E’ sempre un’emozione unica. Il gruppo è bellissimo, stupendo, quando ci ritroviamo per me è come essere a casa. Prossimo appuntamento tra un mese, quando andremo a giocare la doppia amichevole in Polonia”.

Lara, hai un desiderio per questa stagione?

“Ce l’ho, ma per ora lo tengo nel cassetto. Sono un po’ scaramantica…!”.

Valentina Pochesci