Il 2021 è tutta un’altra musica in casa Pelletterie. Grazie alle recenti buone prestazioni, culminate con il successo per 3-2 sul Capena, il team di Scandicci ha riacquisito il giusto umore e la fiducia nei propri mezzi. “Devo dire che la felicità si nota in squadra, eccome”, esordisce Bianca Biagiotti.

IL MOMENTO – La numero 11, però, sottolinea di come l’ambiente rosanero, nonostante le grandi difficoltà incontrare nella prima parte di stagione, non si sia mai perso completamente d’animo: “Siamo sempre state un gruppo molto unito – evidenzia -, che non ha mai mollato e ha lavorato tanto, anche se ce ne ha messo per ingranare”. Seppur il Pelletterie stia cominciando a raccogliere i frutti dei suoi sforzi, Biagiotti sa bene che la strada verso la salvezza è altresì ricca di ostacoli da superare: “Abbiamo ancora parecchio davanti a noi – spiega -, ma possiamo almeno goderci queste due vittorie e lottare fino alla fine”. Per raggiungere l’agognato traguardo, dunque, le ragazze guidate da Pippo Quattrini dovranno, semplicemente, continuare a seguire il percorso appena imboccato. “Continuiamo come abbiamo sempre fatto – afferma la classe ’97 -, compatte e felici, e sono sicura che ci porteremo a casa grandi soddisfazioni”.

GRANZETTE –
Archiviata la pratica Capena, il Pelletterie si ritrova a fare i conti con un’altra sfida cruciale per la permanenza in Serie A: domenica 14 febbraio, l’equipe rosanero sarà impegnata, a Rovigo, contro il Granzette. “La prossima partita non dico che sia quella decisiva, ma, sicuramente, ha molto peso su tutte noi – ammette la laterale -. Vogliamo dimostrare che questa categoria ci appartiene e tagliare un traguardo di squadra che ci meritiamo”. Biagiotti, quindi, ribadisce di come la continuità sia, al momento, la miglior alleata della formazione di Scandicci: “A mio avviso, non serve stravolgere il nostro gioco – sostiene -. Dobbiamo proseguire con quello che stiamo facendo ed essere il Pelletterie che stiamo costruendo, portando avanti, coese come sempre, il nostro obiettivo”.

IL RIENTRO –
Biagiotti, una delle “senatrici” del club di Scandicci, sta pian piano recuperando la piena forma psico-fisica dopo la rottura del legamento crociato patita, il 2 febbraio dell’anno passato, contro la Salinis. “È stato un percorso molto lungo, calvario è dire poco – asserisce -. Ci sono stati momenti in cui credevo di non continuare: è normale, perché dopo un infortunio del genere non pensi che sia così facile tornare in campo”. Il peggio, tuttavia, è decisamente alle spalle. “A oggi, che sto rientrando nel gruppo – prosegue -, mi sento forte e sicura. Tanto, lo devo alle mie compagne che, chi più chi meno, mi hanno aiutata, anche moralmente, a riscendere sul parquet”. La calcettista rosanero non ha ancora avuto modo di debuttare nell’annata sportiva in corso. “La forma fisica è un aspetto fondamentale in questa categoria – aggiunge -. Il mio obiettivo personale, ovviamente, è quello di giocare sul finale di stagione e dare una mano alla squadra”. Biagiotti, però, non ha alcuna intenzione di forzare i tempi: “Ora voglio solo andare di giorno in giorno e sperare di riuscire a entrare – chiosa -. Tanto duro lavoro e sono sicura che mi leverò parecchie soddisfazioni insieme alle mie compagne”. Volere è potere.

Alessandro Cappellacci