È una pazza Futsal Femminile Cagliari. Va sotto di due reti, soffre e si demoralizza, poi si sveglia e diventa bella e vincente in una ripresa al cardiopalma.

Il pareggio con la zampata vincente di Atzori, a sei minuti dalla fine dopo la mossa vincente del portiere di movimento, è il preludio all’apoteosi che si materializza al 16′ minuto quando Gabriela scarica in porta su punizione la rabbia Ffc  per ribaltarla fino al sigillo finale di Carolina Vargiu che vale il 5-3.

È il degno finale di un film thriller, quello messo in scena al PalaConi da Futsal Femminile Cagliari e Olimpus Roma. La partita era valida per la ventesima gara di campionato. Quasi uno scontro diretto per le due squadre distanti tra loro, prima della gara di oggi, solo di tre punti. Le capitoline tallonavano proprio la FFC ma la vittoria del PalaConi consegna alle rossoblu l’allungo che vale doppio, tre punti per distaccare le romane inseguitrici e altrettanti per salire in classifica a quota 25 punti.

Eppure il pomeriggio del PalaConi sembra mostrare una FFC in forma con l’azione più nitida dell’avvio sui piedi di Marchese che prova a trasformare in gol l’assist perfetto di Gasparini, ma Vecchione si supera in angolo. Poi l’Olimpus ingrana e va a segno. Il pallonetto a smarcare Pomposelli è delizioso, come l’assist di testa per Chiesa, che ringrazia e fa 1-0. Al quinto minuto Cagliari reagisce con Gabriela che mette in mezzo per Marchese ma sotto porta non trova la deviazione vincente, poi subito dopo dalla distanza tira Gasparini ma Vecchione devia in angolo. Il forcing rossoblu dà i suoi frutti a 10’43” quando arriva il pari con una bella azione in velocità. Lo scambio decisivo è tra Cuccu, assist filtrante, e Gabriela che mette in gol. A 5 dalla fine del tempo grande lancio di Mascia in mezzo all’area, Marchese anticipa tutti di testa ma il pallone esce di un soffio. Allora Roma ne approfitta per tornare sopra. L’azione è avviata da Dupuy con l’assist in mezzo per Blanco che si libera con una finta e piazza alle spalle di Mascia (1-2).
Alla ripresa l’altra mazzata. Il tiro decisivo è di Pomposelli che beffa Mascia per il tris Olimpus. La gara sembra indirizzata, ma la partita, come detto, è un thriller e con la mossa del portiere di movimento tutto cambia. Minuto 12 e giro palla Cagliari per il tiro di capitan Cuccu, la posizione è defilata ma una leggera deviazione beffa Vecchione 2-3. Passa un minuto e il PalaConi esplode. A far esultare i tifosi è Atzori che con un tocco di punta beffa Vecchione per il pareggio rossoblu. La gara si infiamma e i minuti finali sono da applausi per la FFC e da incubo per Roma. A quattro dal termine Gabriela su punizione porta avanti Cagliari che chiude il match con la rete del vice capitano Vargiu, che beffa Roma con un tiro da centrocampo.
(fonte ufficio stampa cagliari)