Messa alle spalle la vittoria importante con il Locri, la Lazio quest’oggi parte alla volta di Statte, pronta per affrontare il turno infrasettimanale in casa della capolista. Il match contro il Real è previsto per domani pomeriggio alle ore 17 presso il PalaCurtivecchi di Montemesola.

“Quella col Locri è stata una gara molto combattuta – racconta Patri Jornet -. Vincere era troppo importante, abbiamo giocato come se fosse una finale: non prendere i tre punti ci avrebbe allontanato troppo dalla lotta di testa. Forse non abbiamo giocato benissimo, ma a livello mentale questo successo è fondamentale”. In settimana proprio la spagnola è sembrata ritrovare lo smalto dei giorni migliori, preparando la gara di domani contro la sua ex squadra: “ Credo tantissimo in questa squadra e nel lavoro che svolgiamo: quando saremo tutte al cento per cento avranno tutti paura di noi”. E se paura ne avrà anche lo Statte lo vedremo domani, giorno del turno infrasettimanale: “Ci attende una partita durissima – commenta la grande ex dell’incontro -, come quella giocata a Chieti col Montesilvano. Il Real ha costruito una squadra fortissima, umile e la tifoseria sarà come sempre la loro arma in più. Dovremo andare lì con una grande solidità mentale se vorremo vincere”.
Ufficio stampa. thumbnail_lazio-locri