L’appuntamento con la prima vittoria stagionale rischia di diventare un tabù, ormai, in casa Virtus Ciampino. Il roster guidato da Riccardo Celsi, falcidiato dalla perenne emergenza infortuni (Taccaliti, Alvino, Segarelli out, con Carullo in panchina ma ancora convalescente) – oltre alla squalifica di due giornate comminata a Di Ventura – scivola 2-1 sul parquet del PalaTarquini contro il Pucetta. Un ko, per quello che si è visto in campo, che non deve dar adito ad alibi, bensì spronare l’intero team a compattarsi e a lottare ancora più duramente per cominciare a ingranare risultati pesanti.

PRIMO TEMPO – Il match, dopo una prima fase di studio, vede le ospiti portarsi in vantaggio a 4’26”, grazie a Russo che fredda Asaro con una staffilata dalla distanza. Le aeroportuali accusano il colpo, ma riescono comunque a produrre occasioni interessanti non finalizzate, tuttavia, da Pisello, Verrelli e Centola. A 12’47”, però, arriva il raddoppio ospite: ancora il capitano del Pucetta, che scippa dapprima il pallone a Lucentini, per poi chiudere l’uno-due con Viscogliosi, scartare l’estremo difensore di casa – vittoriosa in precedenza nell’1VS1 con la stessa 9 – e depositare in rete la sfera che vale la sua doppietta personale. La prima frazione, a parte il buon tentativo di De Angelis neutralizzato da Tirelli, si conclude di fatto così.

SECONDO TEMPO – Le virtussine, nella ripresa, tornano in campo determinate a rimontare il passivo di 2-0. Nei primi sei minuti, infatti, Verrelli, Pisello e De Angelis si rendono immediatamente pericolose, mentre Tirelli, sul fronte opposto, negherà più tardi una rete da cineteca a Panattoni di “scorpione” e devierà provvidenzialmente il sinistro di Centola diretto sotto l’incrocio. Celsi, a questo punto, si gioca il suo capitano nel power play e a 12’58”, proprio sul 5VS4, sblocca le marcature giallorosse da posizione defilata. Il Ciampino ci crede e continua a spingere con maggiore veemenza, fino a guadagnarsi un tiro libero: il portiere ex Lazio, però, si oppone in tuffo a De Angelis. Verrelli, a 14” dalla sirena, spedisce la palla sul fondo di punta, l’ultima chance aeroportuale della contesa.

LA SITUAZIONE – Ci sarebbe molto altro da dire, come gli ennesimi “lividi” rimediati dalle virtussine in appena cinque giornate di regular season – stavolta sulla pelle di Asaro e Lucentini -. Questioni che, magari, verranno approfondite più avanti. Fatto sta che questo Ciampino, rabberciato o meno, deve rialzare la testa. E farlo alla svelta. Domenica prossima, in trasferta, ci sarà il Florida, l’attuale terza forza del girone C di Serie A2 femminile.

Ufficio Stampa Virtus Ciampino