E’ partita la carrellata delle ufficialità e in appena nove giorni dall’apertura della nuova stagione, molte giocatrici hanno trovato una “nuova” casa o si sono ritrovate in quella “vecchia”.

C’è ancora però qualche giocatrice “in giro”. Come per esempio Pamela Presto, due scudetti (uno con la Pro Reggina e uno con la Lazio), una coppa Italia e una supercoppa italiana. Una delle giocatrici italiane ad aver vinto di più. Capitano delle biancocelesti deluse dall’uscita in semifinale, eliminate dall’Isolotto di Daniele D’Orto.

“Abbiamo fatto una stagione quasi perfetta – racconta Presto – con una sola straniera, Luciléia, in un gruppo italiano. Poi sicuramente a dicembre l’inserimento di Taty ha rinforzato la rosa e siamo arrivate in semifinale. Con qualche rimpianto, anzi, parecchi. Potevamo raggiungere la terza finale scudetto consecutiva… sarebbe stato un altro pezzetto di storia”.

Ora che colori ci sono nel tuo futuro?

“Sto valutando due proposte. Sceglierò la squadra che più crederà in me, che mi darà nuovi stimoli, con una società solida che mi possa trasmettere tranquillità. Ho bisogno di ritrovare la voglia, persa a causa di alcune situazioni. Dopo tre anni in una grande società come quella della Lazio mi ritrovo a partire da zero. Eppure questo non mi spaventa, anzi, sono pronta per una nuova avventura”.

S. Cer.