Tutto è bene quel che finisce bene, è proprio il caso di dirlo. Dopo sei mesi di stop e due operazioni, Emanuela Capuano torna in campo, a disposizione di mister D’Orto.

“Sono stata fuori un bel po’. Lo scorso anno a ottobre mi sono fatta male, ho subito una prima operazione a novembre andata male e poi ne ho rifatta una nuova sei mesi fa. Adesso sto bene e questa settimana ho ricominciato a fare qualcosa anche se solo il campo potrà dire come sto realmente”.

Che idea ti sei fatta dell’Olimpus?

“Sotto il profilo del gioco siamo partiti un po’ con il freno a mano tirato com’era normale che fosse, essendo una squadra totalmente rinnovata. Le ragazze gara dopo gara hanno imparato a conoscersi e piano piano si sta creando sempre di più una maggiore intesa, con un gioco che migliora costantemente. Inoltre i risultati sono tutti positivi, quindi posso dire che siamo a buon punto. Personalmente spero di poter rientrare quanto prima dal mio lungo infortunio per dare il mio piccolo contributo a questo splendido gruppo”.

Ricominciare con tutte queste “top player”, mica male, eh?

“In questi mesi il campo mi è mancato da morire ma devo dire che in questa stagione ancora di più. Vedere tutte le ragazze allenarsi con un’intensità e una tecnica pazzesca mi ha spinto ancora di più a non mollare per poter recuperare e scendere in campo con loro. Finalmente la settimana prossima, se tutto andrà per il verso giusto, potrò rientrare anche se dovrò farlo ovviamente per gradi. Mi trovo benissimo con tutte e sinceramente non vedo l’ora di potermi mettere a disposizione del mister, ma anche crescere allenandomi con accanto dei “mostri sacri” di questo sport”.

S. Cer.