Al PalaOlgiata arrivano le Ferelle. L’Olimpus tornerà in campo in casa contro la formazione che, fino a qualche settimana fa, era allenata dall’ex di turno, Daniele D’Orto. Partita che sarà un po’ un amarcord per Chiara Salinetti, passata in inverno dalla formazione blues a quella umbra.
Intanto in casa Olimpus a fare il punto è Arianna Pomposelli. La giocatrice azzurra parla dell’avversario ma anche di quello che sarà l’approccio alla gara.
Arriva la Ternana. Pensi che troverete una squadra scossa dall’addio di d’Orto?
“Sicuramente sarà una squadra scossa da tutti gli eventi che in questa settimana hanno dovuto affrontare ma che penso non incideranno sul match perché quando si scende nel rettangolo di gioco si annulla quello che c’è intorno”
Come state e come la affronterete?
“Stiamo facendo un percorso che dura da diversi mesi, non si può sapere come stiamo quello che è certo è che lotteremo come abbiamo sempre fatto per provare a portare a casa il risultato”
La maggiore insidia di questo match?
“La maggiore insidia penso che siano le loro individualità; hanno giocatrici forti che fanno la differenza. Noi dobbiamo giocare di squadra, come abbiamo fatto con il Salinis, perché sappiamo farlo e sarà necessario per questo finale di campionato. Unite e determinate verso l’obiettivo comune”.