La Serie A2 femminile è arrivata sull’uscio della sesta giornata. Una sesta giornata che, palinsesto alla mano, mette di fronte due delle principali interpreti del girone C. Almeno secondo quanto emerso in quest’avvio d’annata. Alle ore 16 di domenica 13 novembre, tra le mura del PalaPellini, si affronteranno infatti le padrone di casa del Perugia – capolista a quota 12 punti a braccetto con l’Atletico Foligno – e la Woman Napoli, che insegue le stesse biancorosse a -1 – anche se con una partita disputata in più rispetto al roster di Nicolò Molinelli -.

PERUGIA – “La sfida di domenica prossima – esordisce Ludovica Politi – rappresenta, per la Woman, un test importante in chiave classifica. Ecco perché metteremo in campo, oltre le indicazioni del mister e il lavoro svolto in settimana, massima motivazione e concentrazione, concretezza, spirito di sacrificio, ma soprattutto gambe e cuore per non mancare l’obiettivo”. Il Perugia si presenterà al big match forte del percorso netto condotto finora, frutto di quattro vittorie ottenute in altrettante gare giocate; il Napoli, invece, con tre acuti e due pareggi. “Anche il nostro è stato un buon avvio di stagione – afferma la classe ’93 – e penso che con un pizzico di determinazione e fortuna in più saremmo in cima alla classifica”.

IL RITORNO – Politi, dal canto suo, sta vivendo la sua “seconda” carriera nel calcio a 5. Una carriera nel calcio a 5 che si interruppe circa quattro anni fa. “L’essermi allontanata per qualche tempo dal futsal giocato – spiega il pivot – non è stato sicuramente facile. Tuttavia, l’allenamento quotidiano e la partitella con gli amici non sono mai mancati e mi hanno permesso, oggi, di riprendere da dove avevo lasciato”. E il rientro sul 40×20 non poteva non avvenire in un ambiente decisamente familiare. “Il rimettere piede in un palazzetto, o per meglio dire in quello del Napoli, è stato un susseguirsi di emozioni indescrivibili – asserisce la nativa di Palmi -. Tante le soddisfazioni personali e di squadra conseguite, e, dulcis in fundo, ho ritrovato il meraviglioso pubblico, che si conferma una marcia in più della Woman”.

I PROPOSITI – In attesa dell’imminente incontro ad alta quota al cospetto delle umbre, l’ex Pro Reggina ’97 è conscia che il team guidato da Enzo Iamunno ha il potenziale per fare davvero bene nella cadetteria in rosa edizione 2022-23: “Siamo all’inizio del campionato e la strada da percorrere è lunga, ma sono certa che, continuando a lavorare come stiamo facendo, avremo le carte in regola per toglierci delle soddisfazioni – chiosa Politi -. In primis, mi piacerebbe partecipare e naturalmente vincere la Coppa Italia, poi si dice che la fame vien mangiando, e a noi questa non manca sicuramente…”. La concorrenza è avvisata.


Alessandro Cappellacci