Week end infuocato per il Montesilvano che può gonfiare il petto e dirlo ad alta voce: Aida Xhaxho, laterale ex Lazio e giocatrice della Nazionale, è il quarto colpo in entrata del mercato adriatico ed indosserà la maglia numero 19.

“Parto col ringraziare la mia ex società perché mi ha preparata in tutto e per tutto e mi ha messa in condizione di poter iniziare una nuova avventura con una squadra di questo calibro. A Roma ho trascorso due anni bellissimi e ci siamo tolti tante soddisfazioni. Saluto e ringrazio poi il Circolo Montecitorio Calcio nella persona di Massimo Maniccia e Andrea Colaceci della scuola calcio a 5 Lazio, nella quale ho allenato i giovanissimi”.

Classe ed esperienza per la giovane 26enne che torna dunque in Abruzzo dopo aver vestito la maglia dell’AZ, esperienza che ha preceduto il passaggio al Portos, seguito dall’anno al Falconara e dal biennio all’Isolotto, oltre a quello già ricordato con l’Aquila sul petto. Ora, però, testa al presente e ad una stagione dalle altissime aspettative. “Ho sempre visto il Montesilvano come una squadra tra le più solide di tutto il panorama: è molto ambita, è costruita in modo oculato sia a livello di organico che strutturale ed è un ambiente professionale – dichiara. – Conosco tutte le giocatrici che affiancherò, o come avversarie o come compagne in Nazionale, perciò so che sarà un gruppo che avrà testa. Una biancazzurra che ammiro in particolare? Rispondere Amparo sarebbe scontato, ma in realtà non vedo l’ora di giocare con Borges perché il suo futsal è pulito ed intelligente”.

Infine, gli obiettivi. “Entro in un club che storicamente è sempre andato molto lontano, ci auguro un altro anno da vivere fine in fondo in tutte le competizioni”, chiude Xhaxho.

Ufficio Stampa