A distanza di 11 giorni dal derby-spettacolo del PalaRigopiano, il Montesilvano si rituffa in campionato partendo dalla trasferta in casa della Bellator Ferentum. L’1-1 dell’andata la dice lunga sulla resistenza delle amaranto, ma questa volta Filipa Mendes si aspetta una prestazione senza sbavature dalle sue.

“Non possiamo assolutamente sbagliare le piccole cose che poi potrebbero condizionare l’andamento della gara e dobbiamo sfruttare tutte le opportunità che ci capiteranno. L’errore che facciamo contro le squadre di metà classifica è sempre quello di adeguarci al ritmo avversario, dobbiamo essere noi – invece – ad imporre il nostro gioco perché adesso non possiamo più perdere punti: essere in Coppa Italia non ci basta, abbiamo sfide importanti in vista (vedi la sequenza Breganze-Olimpus-Lazio, n.d.c.) e vogliamo che queste siano utili al miglioramento del nostro piazzamento”.

Senza assilli, ma con determinazione. “Se la caccia al secondo posto non dipende solo da noi, la conservazione del podio è tutta nelle nostre mani. La Ternana è ad una sola lunghezza e ci avrebbe fatto comodo un risultato col Pescara: abbiamo cominciato a giocare troppo tardi, senza quesi due gol presi a freddo – chiude la portoghese tornando per un attimo al turno infrasettimanale – probabilmente avremmo parlato di un finale diverso, ma quel che è fatto è fatto. Ora pensiamo a vincere con la Bellator, guarderemo la classifica solo alla fine”.

Ufficio Stampa