Non c’è due senza tre, recita l’adagio e Leticia Martín Cortés conferma. Dopo la finale persa proprio contro il Montesilvano quando era all’Isolotto e dopo quella vinta nell’anno del triplete con l’Olimpus, la spagnola ha da poco centrato la terza finale scudetto al suo primo anno in biancazzurro.

“Sicuramente arrivare fin qui non è affatto facile vista la qualità delle squadre avversarie, ma non si può neanche considerare un obiettivo raggiunto se hai fame di vittorie. Sono contenta perché avrò e avremo un’altra opportunità per arrivare il più alto possibile, questo sì: ho provato il sapore del successo e prima ancora quello della sconfitta, e posso dirti che a questo punto della stagione daremo tutto per un risultato finale che sia positivo”

Primo step in diretta su RaiSport alle 18:15 dal PalaColombo di Ruvo, la struttura che dall’inizio dei playoff ospita la capolista della regular season: la Salinis di Bellarte.
“Secondo me, siamo due squadre che hanno avuto un percorso simile per tanti versi. Siamo cresciute molto nella seconda parte, fisicamente stiamo bene e le rispettive sconfitte in Coppa Italia ci hanno dato una motivazione in più per il rush finale. Anche il gioco di attacco è simile, mentre la fase difensiva è diversa. Mi aspetto una finale molto equilibrata e un grande spettacolo per il nostro sport, perché in campo ci sono giocatrici abituate a questo tipo di partite: la stanchezza potrebbe farsi sentire, ma in quel caso sarà l’esperienza ad uscire fuori nella serie”

Serie che sarà così composta: 5 giugno in Puglia, come ricordato, poi gara 2 il 12 giugno al PalaSantaFilomena ed eventuale “bella” di nuovo a Ruvo, il 19 giugno.
“Come vediamo questi giorni? Sembra scontato, ma l’unica cosa a cui riusciamo a pensare ora è dare tutto”.

(fonte pagina facebook montesilvano)