Zero frenesia, zero gol subiti e tanta maturità. Grazie a una prestazione solida, il GTM Montesilvano apre il girone di ritorno battendo di nuovo la Lazio con un netto 4-0 chiuso proprio dal gol di Bruna Borges.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita ostica, ma allo stesso tempo volevamo iniziare bene il 2024 perché all’andata non avevamo avuto questo piglio. Seppur con qualche difficoltà, abbiamo cercato di mettere tutto da parte e di conquistare i tre punti a casa nostra”. Un PalaRoma al quale Borges ha fatto ritorno insieme a Pato e Coppari, dopo il convincente doppio pareggio ottenuto dall’Italia nella doppia amichevole col Portogallo a Torres Novas. “È sempre è una grande emozione vestire la maglia azzurra, il cuore mi va a mille quando la indosso. Anche se non c’erano stati molti allenamenti prima, abbiamo dato vita a due gare con alto ritmo e sono contenta del percorso che stiamo facendo insieme. Solo in questo modo si può andare lontano”.

E il motto è valido anche in biancazzurro, a pochi giorni dalla trasferta in casa di un Atletico Foligno che vale molto più di quel che dice la classifica. “Non una gara semplice, neanche sul parquet amico. Ma da adesso in poi non possiamo sbagliare e cercheremo, col lavoro di gruppo, di fare bottino pieno. Sarà combattuta, rispettiamo il nostro avversario ma faremo il nostro. La qualificazione in Coppa? Sono contenta per nostro obiettivo raggiunto e mi auguro che sia una bella Final Eight in cui vincerà il migliore. Ma ora pensiamo una partita alla volta e tutte insieme, è per questo che ci chiamiamo squadra”.

Ufficio Stampa GTM Montesilvano
*foto: Débora Braga