Iniziare la stagione contro la squadra con lo Scudetto sul petto. Per Amparo Jimenez Lopez, una giocatrice che soprattutto nei momenti che contano dà il meglio di sè, non poteva esserci partenza migliore. Lo ha già dimostrato a Leganès: in palio c’era la qualificazione all’Europeo e lei ha preso per mano le Furie Rosse, tagliando il traguardo della Final Four.
“Il successo con la mia Nazionale è un incentivo in più per continuare a fare bene: ho nelle gambe già tre gare ufficiali contro Polonia, Romania e Italia e ho rotto il ghiaccio dopo lo stop estivo nel migliore dei modi. Ma dopo aver vinto con la Spagna, adesso ho voglia di vincere qualcosa con la mia squadra: il Montesilvano“.

Gara secca contro la Ternana: esordio col botto che trova un’Amparo scalpitante al via.
“Ripartire da una partita così importante è stimolante perchè misurarsi con le migliori è un ottimo termine di confronto per capire la nostra condizione, anche rispetto al campionato nel quale debutteremo tra pochissimo”.
Dall’interno, intanto, arrivano risposte più che rassicuranti.
“Il livello è buono e c’è tanta intensità: se riuscissimo a giocare per come ci stiamo allenando, sarebbe davvero perfetto. Certo giocare al PalaDiVittorio in una partita secca e con quel pubblico è sempre difficile, ma noi andremo lì con la voglia di primeggiare che ha ci ha sempre caratterizzate. Loro sono le campionesse d’Italia, ma – chiude Ampi – noi siamo il Montesilvano: mi fido tanto delle mie compagne so che faremo vedere di che pasta siamo fatte”.

Ufficio Stampa