In casa Femminile Molfetta, smaltita la delusione per la sconfitta di Padova, è tempo di analizzare il campionato appena concluso, con uno sguardo sempre attento al futuro prossimo.

FOTI – “Quella appena trascorsa – premette il il direttore generale Saverio Foti -, è stata una stagione bellissima. C’è ancora un po’ di amaro in bocca per la finale persa, ma gli ultimi infortuni hanno reso il tutto ancora più complicato. Sono comunque orgoglioso di ciò che abbiamo costruito, di dove siamo arrivati e dell’impegno che le ragazze hanno messo in campo. La Femminile Molfetta ripartirà dal gruppo – prosegue -: vogliamo riconfermare gran parte delle calcettiste, che tanto bene hanno fatto in questa stagione, arrivando a soli tre punti da una corazzata come il Bitonto, qualificandosi per la Final Eight e conquistando la finale dei playoff. Il nostro obiettivo come società sarà quello di migliorare ulteriormente, e siamo già al lavoro, insieme al direttore sportivo Marcello Martino, per costruire un roster competitivo”. Ci tengo a ringraziare ogni singolo componente della Femminile Molfetta – chiosa -: mister Diego Iessi, tutto lo staff e, ovviamente, le giocatrici. Quello che abbiamo creato in questa stagione è stato un qualcosa di unico: vivo questo sport in prima persona da diversi anni ormai, ma l’unione e la compattezza visti quest’anno non li ho mai visti prima. Ripartiremo da qui, con la stessa voglia di far bene e di portare questa società il più in alto possibile”.

Ufficio Stampa Femminile Molfetta