Il 2018 è iniziato nel migliore dei modi per il Molfetta. Le ragazze di mister Iessi hanno collezionato due vittorie in altrettante uscite: 6 punti che proiettano le pugliesi al quarto posto con 29 punti, in piena zona playoff. Per questa domenica le biancorosse non scenderanno in campo, per via del turno di riposo, ma la testa è già proiettata per il prossimo impegno contro la capolista Alex Zulli. A Ladyfutsal, Federica De Filippis racconta l’importante vittoria contro il New Team Noci per poi lanciare un messaggio a tutto il pubblico di Molfetta.

Complimenti per la vittoria nell’ultimo turno, per te una tripletta e una grande prestazione. Quanto sei soddisfatta?

“Siamo contente di aver portato a casa i tre punti contro una squadra e un campo difficile. È stata una buona prestazione la mia, ai miei gol rispondo: è stato molto più emozionante la reazione avuta dalla squadra.
Non sono una persona che si soddisfa alla prima nota positiva, credo sia stato un altro passo a favore e che la strada è ancora lunga e tutta da giocare”.

Avete cominciato il 2018 con due vittorie, ti aspettavi un inizio di ritorno proprio così?

“È fondamentale iniziare col piede giusto, è stato un 2017 che ci ha portato consiglio e aiutato a crescere soprattutto dopo l’obiettivo non conquistato, ovvero la coppa. Non mi aspettavo niente del genere, siamo in una fase delicata del campionato e dopo i punti persi all’andata, non possiamo permetterci di sbagliare”.

Ora turno di riposo per voi, è un bene o un male che capiti proprio in questo momento?

“Il turno di riposo in un momento così è prezioso per noi, dobbiamo cercare di essere fisicamente, ma soprattutto mentalmente, pronte a scendere in campo contro una squadra che non fa sconti (Alex Zulli, ndr). Non a caso, sono sul gradino più alto della classifica”.

Cosa ti senti di dire a tutti gli appassionati che vi seguono ogni settimana?

“Di solito, purtroppo, non sono tanti gli appassionati che la domenica ci seguono. Sarà che siamo donne.
Mi piacerebbe se il nostro palazzetto fosse pieno, soprattutto in una partita così importante e delicata. Io non me la sarei persa una partita così. Cercheremo di dare il meglio e che vinca la migliore”.

Fabio Pochesci