La stagione del Cus Cosenza è pronta a ripartire, e lo fa con una grande novità: mister Giovanna Postorino è infatti pronta a tornare in campo! “Sono il condottiero e mi rimetto in gioco”, le sue parole alla vigilia della prima uscita ufficiale della squadra: domani infatti la compagine calabrese sfiderà la Virtus Diamante, andata della prima fase della Coppa Italia Regionale. Ne abbiamo approfittato per parlare con il mister del Cus Cosenza che verrà.

Allora mister, facciamo il punto della situazione…

“La scorsa settimana è cominciata la prima fase della Coppa Italia Regionale. Noi avremmo dovuto giocare martedì, ma a causa dell’allerta meteo qui in Calabria la partita è stata rinviata a venerdì, cioè domani. Sarà la nostra prima uscita stagionale”.

Che Cus Cosenza dobbiamo aspettarci quest’anno?

“La gestione come sempre è familiare. La maggior parte delle ragazze qui ‘transitano’ per ia durata del ciclo universitario. Quindi per tre, quattro, cinque anni abbiamo sempre lo stesso gruppo, poi man mano le ragazze vanno via per la laurea magistrale o per lavoro. Per questi motivi, quest’anno la difficoltà maggiore è stata aver perso un blocco di ragazze, di conseguenza siamo rimaste con un organico un po’ ridotto. Tant’è che io ho dovuto rimettere gli scarpini che avevo appeso al chiodo… Fino a che non ci sarà un ricambio, almeno! Abbiamo anche una squadra amatori, ma ancora non ce la sentiamo di far fare alle ragazze dei ‘salti nel vuoto’, come li chiamo io. L’ossatura del resto c’è e quindi andiamo avanti così”.

Intanto cogli l’occasione per tornare a divertirti in campo!

“Eh sì! Ho giocato una vita. Io dico sempre di essere giovanissima, ho solo quarant’anni! Otto anni fa feci una scelta: a seguito di un infortunio al tendine decisi di smettere. Poi avevo anche una bella rosa di ragazze, quindi mi misi da parte per far crescere loro. Adesso c’è bisogno anche del mio aiuto. Non perché io sia più brava delle mie giocatrici, ma perché il condottiero sono io. Voglio e devo mettermi in gioco. Il mio allenatore in seconda Cathia Barini, che è anche il nostro preparatore atletico, ha le mie stesse idee e mi fido ciecamente nel “lasciarle” la panchina. Soprattutto quando sarò in campo, perché ovviamente non posso ricoprire entrambi i ruoli: anche se la categoria lo consentirebbe, vogliamo che le ragazze abbiano chiaro in mente che c’è una persona che comanda”.

Quali sono dunque le ragazze confermate?

“Si parte dal capitano Celeste Trimarchi; poi Micaela Cataldo, le nostre gemelle Maria Teresa e Maria Grazia Merante (l’anno scorso vicecapocannoniere del campionato), Miriana Galatà, Tiziana Storino, Federica Bruni e Marika De Cesare. Poi abbiamo quelle che ho soprannominato ‘le straniere’: l’ex capitano Francesca Pellegrini, Maria Concetta Rinaldi e Silvia Candreva. Ragazze che sono con noi da anni ma che lavorano fuori, e che quando possono ci danno una mano: a Milano lavorano con altre squadre che ci aiutano nel farle allenare”.

Avete in programma acquisti?

“Per il momento no. Poi vedremo a dicembre o a gennaio, o se qualche giocatrice degli amatori si ‘meriterà’ di venire con noi a giocare. Con loro si è cominciato dalle basi, servirà tempo ma l’importante è che ci sia voglia e passione. Non arriveremo a giocare come Messi, però a stare in campo e dare ognuna il proprio contributo sì. Ma tornando agli acquisti, beh in realtà uno ce n’è: il mio!”.

Com’è andata la fase di preparazione?

“E’ andata bene. Abbiamo iniziato i primi di settembre e rispetto gli anni precedenti abbiamo lavorato con un po’ più di calma, sapendo che la Coppa prima di metà novembre non sarebbe iniziata”.

Coppa che per voi, come dicevamo prima, comincerà domani.

“Sì: sfideremo la Virtus Diamante da loro per la gara di andata, mentre domenica avremo già il ritorno a Cosenza, dato il rinvio della prima partita”.

E per quanto riguarda il campionato? C’è la data di inizio?

“Siamo in attesa di avere notizie. Potrebbe iniziare a dicembre o a gennaio subito dopo la Coppa: la finale da calendario è fissata per il 4 gennaio, e solitamente da noi il campionato inizia la domenica successiva. Vedremo, a breve potrebbe uscire il comunicato della Lega”.

Giovanna, quali obiettivi hai per questa stagione?

“L’obiettivo del Cus Cosenza è sempre fare bene e far crescere le nostre ragazze. Abbiamo un nome da difendere: il Cus Cosenza nel panorama calcistico regionale e nazionale esiste da venticinque anni, dodici circa da quando lo gestisco io. Abbiamo sempre dato filo da torcere a chiunque. So che quest’anno ci sono squadre nate e organizzate per far bene: faremo bene anche noi”.

Valentina Pochesci