Ferelle arriva il primo trofeo stagionale al Memorial Sandri: le rossoverdi battono Salinis e Lazio. Una giornata importante quella trascorsa al Palasport di Fiano Romano con tante persone illustri e con il Presidente Buccioni della Polisportiva Lazio che ha ritirato la targa ricordo e presenziato a tutti gli incontri. Tante mini partite e tante giocate tra maschile e femminile di grande spettacolo, ma un unico comune denominatore ovvero quello di onorare la memoria di un ragazzo che amava il calcio e il divertimento, Gabriele Sandri.
Stringendo il cerchio in ambito rossoverde, la giornata è stata ancora più gioiosa, le Ferelle infatti battono prima il Salinis per tre a uno con due gol fantastici di Santos e Brandolini e poi in finale superano la Lazio di Lucileia per 4 a 3: subito magia di Renatinha che apre le marcature con un gol che farà il giro del web in poche ore. Ternana Unicusano show verrebbe da dire, invece quello che è piaciuto di più agli occhi dei presenti è stata la compattezza della squadra e le idee chiare su ciò che andava fatto nelle varie fasi. Se poi a tutto questo si è aggiunta una Marika Mascia stratosferica tra i pali, il cerchio si chiude: le Ferelle lanciano il guanto per la sfida scudetto. Mascia miglior portiere e Renatinha da favola, ma non solo. Maite insieme a Santos costituiscono ancora in modo netto la colonna vertebrale di questa nuova Ternana Unicusano targata Shindler. In più Brandolini sembra essere maturata e poter dare il proprio apporto anche in zona gol, Presto ancora “spaventosa” nella forma e nell’intraprendenza da centrale difensivo.
Insomma se il buongiorno si vede dal mattino, sembra che anche quest’anno le Ferelle possano essere protagoniste fino infondo se poi arrivasse un regalo fuori stagione, allora sarebbe davvero più di un buongiorno.