“Passeggiata in Supercoppa? Io le passeggiate le faccio di sera sul nostro bellissimo lungomare, per rilassarmi dopo tanto lavoro sul campo”.

Chi pensa che domenica per il Montesilvano – contro una Ternana rivoluzionata – sarà una finale scritta, sbaglia di grosso. E a dirlo senza mezzi termini è il suo tecnico Gianluca Marzuoli, nel futsal da vent’anni, 19 dei quali trascorsi nel maschile passando dalla D alla massima serie, senza tralasciare lo storico bis Coppa Italia-Scudetto in B proprio con i colori biancazzurri.

“Chiunque conosca un po’ questo sport, sa che non esiste una squadra che in gara secca possa vincere con 7/8 gol di scarto e se qualcuno a Terni la pensa così, sono due le cose: o non si fida della propria squadra o si sta affidando ad una pre-tattica piuttosto puerile”.

Non dimentichiamoci, infatti, che si giocherà in casa delle attuali Campionesse d’Italia. “La squadra da battere è quella con il tricolore cucito sul petto con la quale ci siamo già incontrati al Memorial Sandri: è vero che siamo andati senza le nostre nazionali, ma ce la siamo comunque giocata al massimo delle nostre possibilità che in quel momento – evidentemente – non erano pari a quelle della Ternana. Nel roster umbro adesso ci sono la giocatrice più forte del mondo, una grande professionista che l’anno scorso ha vinto una Coppa Italia con noi, la giocatrice che ha vinto più scudetti con la stessa maglia e tante giovani di grande prospettiva futura. Va da sè che non saremo assolutamente i favoriti, ma – continua Marzuoli – fortunatamente in questo sport non esistono soltanto i valori tecnici: voglia di vincere, determinazione e cattiveria agonistica saranno altrettanto importanti nel corso della partita e il Montesilvano lo terrà ben presente al PalaDiVittorio, notoriamente il palazzetto con la tifoseria più calda d’Italia, altro elemento che ci renderà più dura la trasferta che potrebbe valere il primo titolo della stagione”.

(fonte pagina facebook montesilvano)