In casa Falconara sono attese conferme dopo la prima vittoria stagionale contro la Thienese. Il presidente Marco Bramucci traccia la rotta da seguire: “Ho detto alle mie giocatrici di affrontare le partite con maggiore serenità. La troppa tensione non permette di ragionare e di approcciarsi al meglio alle varie situazioni che si sviluppano sul campo. Abbiamo una squadra dal grande potenziale ed estrema fiducia negli allenatori. Il Cagliari è un avversario molto tosto. Ce lo ha dimostrato all’andata e da allora si è ulteriormente rinforzato. Questo non vuol dire andare in Sardegna rassegnati ma consapevoli di chi si affronta e del nostro valore”.

Marco Bramucci chiama e Sofia Luciani, leader del Falconara, risponde: “Finalmente abbiamo vinto , non abbiamo giocato una partita brillante e convincente sul piano del gioco nonostante questo,  ad un certo punto,  si era messa bene per noi perché eravamo riuscite a portarci sul 4 a 1 poi ci siamo complicate la vita da sole perché abbiamo preso dei gol evitabilissimi nel finale e quindi abbiamo chiuso in sofferenza. Pero’ credo che dopo una serie di risultati negativi ,si perda  inevitabilmente sicurezza ,  per cui in questo momento era importante acciuffare in qualsiasi modo questi 3 punti  fondamentali per poter  lavorare serenamente e con più fiducia in settimana.  Sono contenta per il gol , finalmente sono riuscita a sbloccarmi , stava diventando quasi un incubo”.

Sofia Luciani è una perfezionista e, nonostante un gol da cineteca nell’ultimo turno di campionato, vuole esprimersi su livelli sempre più alti:  “A livello personale credo che si possa fare sempre meglio , però sono abbastanza contenta delle prestazioni fatte fino ad ora. . Diciamo che rispetto  allo scorso anno devo svolgere un ruolo più difensivo , e con un minutaggio anche molto alto sono  sicuramente meno lucida  sotto porta . Pero’ è importante fare ciò che è più utile alla squadra per cui va bene”.

L’Elite non fa sconti e Sofia Luciani lo sa molto bene:  “Il campionato si è rivelato ancora più difficile di come  l’ avevo  immaginato . Penso comunque che le due squadre più forti siano Olimpus e Ternana”

Sofia Luciani si è innamorata del futsal anni fa… “Diciamo che mi sono avvicinata a questo sport  inizialmente con la Vis concordia ( attuale Maracana’  dream futsal   )  con cui ho fatto degli allenamenti e dei campionati CSI oltre che tornei estivi  , e poi ho fatto un campionato di serie C con la Jesina sempre parallelamente al campionato di calcio. Questo sport mi ha sempre incuriosito nonostante mi piacesse profondamente il calcio poi ad un certo punto è successo che ho deciso di cambiare ambiente per  cercare nuovi stimoli e  non essendoci altre squadre di calcio nelle Marche e non volendo andare fuori ho deciso  di buttarmi in questa nuova esperienza a tempo pieno. Il Futsal è uno sport completo , richiede la doppia fase per cui devi saper attaccare  ma anche difendere bene  , richiede tecnica  rapidità  e concentrazione . La parte più noiosa invece sono gli schemi !!”.

Sofia Luciani ha speso parole molto belle per lo staff tecnico del Falconara: “Abbiamo due allenatori. Sono  Francesco Battistini e Massimiliano Neri che lavorano insieme e si completano molto bene . Credo sia stimolante lavorare con loro”.

Chiusura sulla Nazionale, di cui Sofia Luciani è parte integrante, a pochi giorni dal “Quattro Nazioni” contro Spagna, Portogallo e Russia:   “E’ sicuramente una grandissima occasione di crescita poter incontrare 3 squadre così forti ed è fondamentale misurarsi con chi è più bravo per poter raggiungere livelli più alti”.