Il Sassoleone per un tempo culla il sogno di fermare il Firenze C5, terza forza del campionato, ma nella ripresa le ospiti ribaltano il risultato, imponendosi con un 4-1 finale. Vittoria meritata per le ospiti, ora lanciate a solo quattro punti dalla vetta, ma il risultato punisce oltremodo quanto fatto di buono dalle ragazze di mister Siglioccolo, protagoniste di una prova gagliarda e volenterosa, specialmente nei primi 20 minuti di gioco. Con le sconfitte di Sabina Lazio e Orione Avezzano non cambia nulla nelle zone basse della classifica. Domenica prossima sarà scontro diretto contro la Sabina Lazio, nell’insolito lunch match delle 12:30 al PalaCavina di Imola.

LA GARA – La prima frazione di gioco si presenta subito molto tattica, con le due compagini più attente a non scoprirsi, piuttosto che a offendere: ne consegue che la cronaca è pressoché avara di azioni rilevanti, con i due portieri praticamente mai impegnati. Per la prima azione degna di nota bisogna aspettare il quinto minuto, quando J. Antonecchia cerca l’uno-due con Marchi, il cui passaggio di ritorno non raggiunge per pochi centimetri il capitano gialloblù, solo a centroarea. Un minuto più tardi, ancora la numero 22 di casa in evidenza, con una bella conclusione dalla media distanza, ma Volpe è reattiva di piede a deviare il tiro in calcio d’angolo. A 7’ Sassoleone ancora vicino al vantaggio, a conclusione di una pregevole azione corale, ma il tiro di Rocca finisce a lato. A 12’ la prima azione pericolosa delle ospiti: Iaquinandi, dopo un insistito dribbling, si presenta a tu per tu con Della Corte, la quale è brava a deviare la conclusione ravvicinata della giocatrice toscana. A 14’ ancora il Sassoleone pericoloso in attacco, con una bella combinazione tra Vartuli e Marchi, ma la conclusione di quest’ultima finisce larga. La giocatrice in maglia 17 si rifà a 1’ dalla fine, quando, da posizione defilata si accentra verso l’area di rigore, per poi lasciar partire un tiro di sinistro imparabile per Volpe (1-0). Il gol subito scatena la reazione delle ospiti, vicine al pareggio nel giro di una manciata di secondi, con due occasioni colossali aventi un unico denominatore comune:Deise Ramos. Dapprima, a 38 secondi dall’intervallo, la brasiliana con una conclusione potente centra in pieno la traversa. Sul proseguimento dell’azione ne scaturisce una carambola, al termine della quale la palla finisce ancora sui piedi di Ramos, che serve un assist al bacio a Iaquinandi, ma il suo tiro a botta sicura viene neutralizzato da un’attenta Della Corte.

Ufficio Stampa Sassoleone