Dopo una buona stagione a Morrovalle, con la maglia della Maracanà Dream Futsal, Luisa “Lulù” La Ferrara riparte dal Futsal Florentia. Decisivo nel suo approdo a Firenze, come spiega lei stessa, il lavoro di Gisberto Muraglia. E adesso? Chissà… “Shissà che in Élite non ci andrò con il Futsal Florentia!”

Come mai il trasferimento in questa squadra? Cosa ti ha convinta?

“Quest’anno, dopo aver fatto un’esperienza calcistica a dir poco emozionante in quel di Morrovalle, ho scelto Firenze per diversi motivi. La scelta è stata dettata sicuramente dalla convinzione di trovare un ambiente sereno e familiare, oltre che alla comodità di essere vicina alla mia seconda casa (Bologna). Tuttavia la stima reciproca che c’è tra me e Gisberto Muraglia, oltre che con Daniele Borrelli, ha accelerato il tutto. Poi il fatto di ritrovare bellissime persone che ho avuto il piacere di conoscere qualche anno fa in campo ed anche fuori, è stata una spinta ulteriore”

Lo scorso anno hai disputato un buon campionato. Cosa credi ti aspetterà nella prossima stagione?

“L’anno scorso è stato un anno particolare. Non è mai facile prendere e partire, andare a vivere in un posto dove non conosci nessuno e ritrovarsi nel bel mezzo di un terremoto dopo solo due giorni. Per fortuna però ho trovato una grande famiglia ad accogliermi e penso che questo abbia caratterizzato l’intero andamento della stagione. Sono sicura che chiunque giocando con la giusta carica e senza pressioni negative, si esprimerebbe meglio e più liberamente, mettendo in campo tutto quello che ha con la giusta grinta. La prossima stagione sarà di certo più competitiva di quella passata, caratterizzata da calcettiste che hanno scritto pagine importanti di questo sport al femminile ed è per questo motivo che ci sarà bisogno del massimo impegno e costanza”

Quale obiettivo ti sei prefissa?

“Ogni anno è a sé, c’è chi ha grandi obiettivi, talvolta gli stessi da anni, e c’è chi ha grandi aspettative o sogni nel cassetto. Io semplicemente credo che avere un obiettivo comune sia fondamentale per raggiungere qualcosa d’importante. Ho voglia di iniziare questa nuova esperienza col massimo entusiasmo, una prerogativa che spero di ritrovare nelle altre giocatrici ed in tutto staff. Credo che prima di qualsiasi traguardo personale, sia indispensabile remare tutti verso lo stesso obiettivo. Tuttavia personalmente miro sempre alla crescita calcistica sia sul piano tecnico che mentale”

Con un occhio all’Elite, se ti chiedessero di scegliere una squadra dove giocare, dove vorresti andare?

“Bella domanda! Non ne ho idea. Quest’anno ho ricevuto alcune proposte ma non ho avuto il coraggio e la pazienza di rifletterci su. Gisberto poi, col suo charme, non ha aiutato e così sono caduta nella sua trappola. Ritornando alla serietà che non mi appartiene, penso solo a fare bene quest’anno poi per il futuro si vedrà, e chissà che in Élite non ci andrò con il Futsal Florentia”.