L’anticipo dell’ultimo turno di regular season contro il Capena, di fatto, ha premiato la Lazio con una doppia vittoria. Già, perché il tecnico biancoceleste Daniele Chilelli, oltre a imporsi 4-3 a Fiano, ha lanciato diverse aquilotte della cantera nel prestigioso palcoscenico della Serie A. Prospetti interessanti, quelli scesi in campo contro Neka&socie, come Sara Serapiglia.

SERAPIGLIA – “È stato emozionante essere convocata e sono soddisfatta di aver giocato con una grande squadra”, esordisce la classe 2005, che, insieme alle compagne, ha preso parte a un match aperto, fino alla fine, a ogni tipo di risultato. “È stata una bella gara – aggiunge -, molto entusiasmante”. La laterale, smaltita l’adrenalina dell’esordio nella massima categoria femminile, è già focalizzata sul 10 aprile, quando, in casa dell’Atletico Tirrena, si alzerà il sipario sul campionato nazionale Under 19: “Ci avvicineremo molto preparate e unite per riprenderci il nostro titolo”, garantisce Serapiglia, che, inoltre, promette di non risparmiarsi affatto per la sua Lazio: “Voglio dare ogni volta il meglio di me e imparare sempre cose nuove – chiosa -. Con la mia squadra, poi, continuerò ad avere grinta e voglia di vincere”. Proprio quello che servirà per contendere la corona U19.

Alessandro Cappellacci