Quaranta minuti effettivi di fuoco, più gli eventuali tempi supplementari, separano la Lazio da una storica finale scudetto. Stasera – venerdì 27 maggio – le biancocelesti se la vedranno col Pescara sul parquet del PalaRipogiano, per gara-3 dell’unica semi ancora in ballo – il Falconara è già volato all’ultimo atto dei playoff -.

GARA-3 – “Sappiamo l’importanza della partita”, esordisce Catarina Pinheiro, che, al pari delle sue compagne, non ha lasciato nulla al caso in vista del cruciale match in terra abruzzese: “Ci siamo preparate in settimana per fare un incontro all’altezza – garantisce la portoghese -. Siamo al completo e, sicuramente, pronte a fare una gara con lo spirito giusto”. Daniele Chilelli, che sarà costretto ad assistere la sfida dalla tribuna a causa dei due turni di squalifica comminati dal Giudice Sportivo, avrà a disposizione una compagine che venderà cara la pelle al cospetto del roster guidato da Dudù Morgado. “Dovremo avere la concentrazione massima per tutti e quaranta i minuti – afferma la classe ’89 -, perché la prima squadra che mollerà un secondo potrà essere fatale”.

FUTSAL FINALS – La laterale, una volta smaltite le fatiche del PalaRigopiano, sarà impegnata nella Final Eight Under 19 femminile per condurre le proprie baby aquilotte nell’assalto allo scudetto di categoria. Il primo scoglio da superare sarà il Dueville, con il quale le capitoline gareggeranno il 29 maggio durante le Futsal Finals di Salsomaggiore Terme. “L’abbiamo preparato per troppo tempo. Sappiamo la qualità delle avversarie, ma noi siamo pronte a onorare la storia di questa maglia e affrontare chiunque”, conclude un’orgogliosa Pinheiro.


Alessandro Cappellacci