Con alle spalle il reboante successo interno per 9-0 ottenuto sulla T&T Royal Lamezia, la Lazio si prepara alla trasferta di Scandicci. Domenica 28 gennaio, allo scoccare delle ore 17, le aquilotte se la vedranno dunque con il Pelletterie, il fanalino di coda della regular season.

QUATTORDICESIMO ROUND – Nonostante i quindici punti di divario fra le due compagini, Corin Pascual non si fida affatto delle rosanero di Pamela Presto: “Parliamo di una squadra che fa da tanto tempo la Serie A – esordisce l’esperta classe ’81 -, che ha vissuto dei momenti bui ed è riuscita sempre a salvarsi. Conosce bene, quindi, quel che vuol dire stare giù in fondo alla classifica”. Le biancocelesti, nell’imminente weekend, avranno di fronte a loro un’avversaria a dir poco ostica. “Sarà una squadra agguerrita – prosegue la catalana – e che vuole vincere, lo dimostra ogni domenica. Ci aspetta una partita per niente semplice, perciò dovremo curare ogni dettaglio e non distrarci dal nostro obiettivo”.

IL MOMENTO – Il team di Daniele Chilelli, comunque sia, si presenterà al cospetto delle toscane con il pieno d’entusiasmo. “Quando vinci – spiega l’ultimo – la settimana di lavoro è sempre positiva. Sei sereno perché hai portato il risultato a casa, a prescindere dal numero dei gol fatti, ma ciò che conta davvero sono i punti”. Dopo il Pelletterie, la Lazio entrerà in un febbraio denso di impegni importanti. “Sarà un mese molto impegnativo per noi, fra le partite di campionato e una strada per la qualificazione in Coppa Italia non facile – chiosa l’ex Real Statte -. Al momento pensiamo partita dopo partita, anche perché siamo ancora a gennaio (ride, ndr), quindi ora ci concentriamo solo su questa domenica. Mio padre mi diceva sempre: ‘pensa giorno per giorno, e così le tue preoccupazioni saranno di meno”. Già.

Alessandro Cappellacci