Giovedì 4 marzo, alle ore 21, gli appassionati e addetti ai lavori del futsal saranno sintonizzati sul canale 58 del digitale terrestre. La sfida tra Lazio e Kick off, valevole per l’anticipo della diciassettesima giornata di Serie A, sarà infatti ripresa dalle telecamere di Rai Sport.

KICK OFF – Entrambe le avversarie, perciò, faranno il carico di motivazioni per aggiudicarsi, al netto dei recuperi, la penultima tappa della regular season. “La partita sarà molto importante per noi, così come per loro – premette Federica Neroni -. Ci sono in palio punti pesantissimi e la gara, quindi, verrà preparata nel migliore dei modi affinché l’intera posta rimanga a Roma”. Dopo Falconara-Montesilvano del Boxing Day, il match tra le capitoline e le milanesi sarà il secondo appuntamento stagionale, della massima categoria in rosa, a trovare spazio sulle reti di Stato. “La diretta Rai è una cosa grossa – afferma -, che evidenzia la crescita esponenziale del calcio a 5 e, in particolare, del movimento femminile in questi ultimi anni”.

PERUGIA – Soltanto due giorni più tardi della sfida contro le All Blacks, la classe 2002 sarà impegnata, sempre al PalaGems, nel ritorno del primo turno di Coppa Italia Under 19. Alle aquilotte, il compito di ribaltare il 2-1 dell’andata incassato col Perugia. “Sabato scorso abbiamo sbagliato l’approccio – ammette -. Sappiamo che la qualificazione è aperta e, sicuramente, sarà una partita diversa: daremo tutto per passare il turno”. Per le ragazze della cantera biancoceleste, il match del PalaPellini ha rappresentato il rientro sul 40×20 al termine del lunghissimo stop causato dall’emergenza sanitaria. “Tornare in campo con l’U19 dopo un anno è stato emozionante – asserisce l’ultimo -. Ci mancava giocare e saremo pronte a onorare il percorso che la Lazio porta avanti, ormai da tempo, con la categoria”.

OBIETTIVI – Neroni, poi, si è presa anche la soddisfazione di bagnare l’esordio stagionale, a livello giovanile, con un gol: “È stato bello segnare, ma non era la cosa fondamentale – spiega -. L’importante sarà fare una grande gara al ritorno e riprenderci ciò che ci spetta e vogliamo”. E per tentare di approdare al secondo turno, la promessa laziale metterà al servizio delle compagne la preziosa esperienza accumulata nel main roster: “Allenarmi in pianta stabile in prima squadra mi ha aiutato molto sia tecnicamente che mentalmente – chiosa -. Mi sento una giocatrice diversa, ma so che posso crescere e maturare ancora”. L’aquilotta è pronta a spiccare il volo. Più in alto che mai.

Alessandro Cappellacci