Si alza finalmente il sipario anche sulla stagione della Lazio Under 19. Le aquilotte, sabato 27 febbraio, affronteranno il Perugia sul parquet del PalaPellini, nell’andata del primo turno di Coppa Italia. “Dopo un anno così difficile, il gruppo è molto entusiasta di poter giocare”, esordisce capitan Anastasia Di Marco.

DI MARCO – La classe 2001 è pronta a trascinare le sue compagne forte della preziosa esperienza maturata nel main roster: “L’opportunità di allenarsi in prima squadra, con giocatrici fortissime, ti fa crescere molto a livello mentale – asserisce -. Capacità, poi, che bisogna essere brave a trasmettere alle ragazze più giovani, per dare maggior sicurezza e migliorare sempre”. Le capitoline, nonostante la lunga inattività, arriveranno al match in forma pressoché smagliante. “Abbiamo continuato a lavorare bene, in questi mesi – spiega -, per presentarci pronte e cariche di fronte al primo impegno importante. Siamo molto felici di ritornare insieme in campo ed è una possibilità molto bella per tutto il settore giovanile”.

RIENTRO IN CAMPO – Di Marco, inoltre, intende riprendere quel discorso interrotto circa un anno fa, quando l’emergenza sanitaria costrinse l’universo del futsal a sospendere ogni attività: “Sento molto questa gara – ammette -. Nella scorsa stagione ho ‘rosicato’ abbastanza per lo stop, in quanto il gruppo era compatto e stavamo giocando davvero bene. È anche un’occasione per mettersi alla prova dopo tutto questo tempo”. Il pivot, che può già vantare trionfi ottenuti sia con l’U19 che con la categoria Juniores, non si prefigge particolari obiettivi, sennonché quello di godersi, semplicemente, il resto dell’annata: “Il debutto ti dà forte spinta e voglia di tornare a divertirsi, e la Lazio vuole farlo – chiosa -. I risultati verranno da soli”. Si va in scena.

Alessandro Cappellacci