La Lazio si avvicina con fiducia alla trasferta di San Giovanni Lupatoto, in programma domenica 26 novembre. Le biancocelesti, nello scorso weekend, hanno infatti messo la parola fine sulla serie negativa di tre kappaò consecutivi in cui erano incappate, grazie a un eloquente 8-2 rifilato alla rivelazione Femminile Molfetta.

IL MOMENTO – “Era importantissimo fare questi tre punti in casa – esordisce Carlotta Scarcella -. Dopo le tre sconfitte di seguito, dovevamo assolutamente ripartire col piede giusto per rimettere un po’ in sesto la classifica”. Le aquilotte, ora settime nella graduatoria della regular season, faranno quindi i conti con l’Audace Verona, che insegue con cinque lunghezze di ritardo. “Mi aspetto una bella partita – afferma l’estremo difensore -, sono fiduciosa. La prepareremo benissimo”.

LA CRESCITA – Reduce da due parentesi vissute alla Kick Off e il Cus Cagliari, per la classe 2001 si è trattato di un ritorno, in estate, tra le fila capitoline: “Sono contentissima di essere tornata alla Lazio – dichiara la numero 22 del main roster di stanza a Fiano Romano -. Vengo da due esperienze fuori che porterò sempre con me: mi hanno dato tanto e mi sono servite, soprattutto, per rientrare più forte di prima”. È una Scarcella più matura, dunque, quella che ha ritrovato il tecnico Daniele Chilelli: “Ho lavorato molto su me stessa, sia dentro che fuori dal campo”, garantisce il portiere, che, in questa stagione, condivide il reparto con le colleghe Ludovica Luzi ed Elisa Farinelli: “Il gruppo di lavoro è totalmente giovane. Ci troviamo benissimo, ci sosteniamo l’un l’altra e impariamo ogni giorno. Stiamo andando bene”, conclude l’ex All Black.

Alessandro Cappellacci