La decima giornata della Serie A femminile aprirà le danze al PalaPertini. Sabato 9 dicembre, allo scoccare delle ore 18, le aquilotte guidate da Daniele Chilelli riceveranno la visita delle All Blacks di Riccardo Russo, alle prese con una complicata prima parte di stagione.

IL DECIMO TURNO – Nonostante i soli sei punti raccolti sui ventisette messi finora in palio, Tainã Santos non si fida affatto della Kick Off: “Soprattutto per come stanno – premette la brasiliana – sarà una partita durissima, dove dovremo stare attente. Dobbiamo sempre pensare alla nostra crescita, a prescindere dal momento in cui si trovano le altre, e continuare a dimostrare che dentro casa siamo toste”.

L’ABNEGAZIONE – Le biancocelesti, dal canto loro, non si stanno risparmiando affatto per superare le proprie difficoltà. “È tutto nuovo per me – afferma l’ex Falconara – e anche per la Lazio. Siamo corte come rosa, perché, ovviamente, stiamo giocando e allenandoci anche con le ragazze dell’Under 19, che, però, si stanno impegnando tanto ogni giorno, ed è questo che dobbiamo sempre esaltare: se non ci fossero loro non ci potremmo neanche allenare”. Nessun alibi, questo il leitmotiv sul fronte capitolino. “Sta a ognuna di noi dare il massimo sempre e senza scuse – evidenzia la laterale -, per affrontare al meglio tutti gli avversari”.

LE PRESTAZIONI – Con otto reti siglate in regular season, la classe ‘90 sta sfoggiando le proprie grandi qualità anche nella sua nuova avventura di Fiano Romano: “Penso di aver disputato stagioni ancora più belle di questa, ma, ovviamente, spicca di più quando si fa gol. A me piace vedere il lavoro di squadra e sono sempre felice di segnare, però riuscire a difendere bene, anche se qualcuno dice che lo faccio un po’ di meno, aiutare nella crescita delle compagne e fare qualche assist mi rende maggiormente fiera della giocatrice che sono sempre stata”, conclude Tainã.

Alessandro Cappellacci
*foto: Live Sport Service