Solo una squadra in campo, per una finale senza storia. La Lazio batte 7-0 il Florida e conquista lo scudetto Under 19. Grande partita di Barca e Vanelli, due campionesse grazie alle quali la squadra biancoceleste si è assicurata un futuro roseo.

Dal canto loro, le abruzzesi resistono come possono ma poco c’era da fare di fronte a delle ragazze di tale levatura tecnica.

Due minuti e quarantacinque. È quanto dura questo Lazio-Florida, per esclusiva e inappellabile decisione di Gabrielly Vanelli. Devastante l’ala sinistra brasiliana, autrice del vantaggio al 2’19” (assist di Barca) e firmataria dell’atto notarile con su scritto “scudetto” solo 26” più tardi, quando una leggerezza di Giorgia Vianale le spiana la strada per il 2-0. Inizio da incubo per le abruzzesi, difficile da digerire. Il primo tempo scorrerà così, con una squadra padrona del campo – la Lazio – è un’altra in costante apnea, tramortita dall’uno-due che le ha tagliato le gambe troppo presto. Se il risultato non si arrotonda con il passare dei minuti, la colpa è tutta delle ragazze biancocelesti: D’Ambrosio si divora il 3-0 su grande assist di Grieco, che non demorde e poco dopo si ripete mandando Barca davanti a Di Nella. La ragazza prodigio dei biancocelesti, però, in pochi istanti sbaglia due gol già fatti. La gara prosegue e a 2′ dalla fine è sempre Gabi Vanelli a rischiare la tripletta personale dopo una bella incursione palla al piede, terminata con il sinistro a lato, ma è solo riscaldamento. A 5 secondi dal duplice fischio dell’arbitro, la tripletta della brasiliana arriva su indecisione di Di Nella. Il Florida va a riposo con una sentenza sulle spalle, dopo un tempo è già 3-0 per la Lazio.

Nella ripresa il copione non cambia di molto, se non per la reazione d’orgoglio delle abruzzesi, più coraggiose e concentrate. Nonostante ciò, la partita la fa sempre la squadra di mister Moriconi che sfiora più volte il 4-0, fermata da dei grandi interventi di Caporrella (secondo portiere, subentrato a Di Nella) e dall’imprecisione. Il quarto gol però arriva a 11′ 32” con un destro potente di Cecilia Barca, servita su calcio d’angolo con un passaggio rasoterra, e 34 secondi dopo lo stesso numero 6 confezionerà l’assist per il 5-0 a Di Marco, facile facile il suo tap-in a porta sguarnita. Solo Lazio, sempre Lazio. Prima Prenna nega il poker di Vanelli sulla riga, poi Barca realizza la doppietta e il 6-0 dopo un controllo orientato che la porta a calciare con precisione di punta. A seguito dell’errore a porta vuota di Neroni e dell’ottimo – ennesimo – intervento di Caporrella su Grieco, Parente a 19’30” chiude la partita per il definitivo 7-0. La Lazio vince il campionato Under 19 e Gabi Vanelli viene premiata come MVP della finale, giusto così. Ma onore comunque al Florida, non era facile quest’oggi affrontare una squadra ricca di ragazze giovani sì, ma già affermate a livello nazionale e di prima squadra.

LAZIO: Scarcella, Neroni, D’Ambrosio, Ceccobelli, Barca, Di Marco, Grieco, Frangini, Vanelli, De Santis, Parente, Luzi. All. Moriconi
FLORIDA: Di Nella, Prenna, De Siena, Caporali, Antinarella, Vianale, Di Norscia, Silvestri, Caporrella. All. Blasetti
MARCATRICI: 2’05” p.t., 2’46” e 19’55” Vanelli, 11’32” s.t. Barca, 12’06” Di Marco, 16′ Barca, 19’30’’ Parente
AMMONITE: Vianale (F), Caporali (F)
ARBITRI: Alessandro Coppo Fongoli (Terni), Natalia Bernardino (Terni) CRONO: Alessandro Pompeo Ghiretti (Ciampino)

 

Francesco Mattogno