Avvio da incorniciare, quello della Lazio nella regular season della Serie A edizione 2021-22. Le biancocelesti, dopo sei turni disputati, occupano infatti la vetta della classifica – in coabitazione col Granzette -, frutto di un bottino di 15 punti guadagnati su 18 disponibili.

LA PARTENZA – “Sapevo e sapevamo di essere una squadra che poteva giocarsela con tutte – esordisce Denise D’Angelo -, ma effettivamente 5 vittorie su 6, in un campionato così equilibrato e avendo già affrontate le due compagini che su la carta sono tra le più attrezzate, diciamo che era difficile da pronosticare”. Il segreto, dietro la splendida partenza delle capitoline, risiede esclusivamente nel frutto degli allenamenti settimanali. “Lavoriamo tantissimo – asserisce la pivot -, cercando di curare ogni dettaglio tattico, tecnico e fisico. Siamo un bel gruppo e lo siamo sempre stato, ma quest’anno, rispetto agli altri, la cosa che ci sta dando quella spinta in più è la grinta: la fame che abbiamo quando scendiamo in campo e la voglia di dimostrare che, nonostante tutto, ci siamo anche noi”.

AUDACE – Il roster guidato da Daniele Chilelli, sabato 4 dicembre, sarà impegnato tra le mura amiche di Fiano Romano con l’Audace Verona. Seppur le scaligere abbiano collezionato finora soltanto 3 punti, D’Angelo invita alla prudenza: “In questo campionato nessuna partita è facile – sostiene la numero 19 -. Mi aspetto una gara molto complicata, contro una squadra che corre tanto e con diverse ex giocatrici della Lazio che avranno voglia di far bene contro di noi”. L’aquilotta, perciò, non vuole cali di concentrazione da parte dell’intero team: “Quando si è in alto è più facile inciampare – spiega la classe ’90 -. Dobbiamo essere brave noi a mantenere la stessa testa e determinazione che ci hanno portati avanti fino a qui, e mettere subito l’incontro dalla nostra parte”.

OBIETTIVO COPPA – D’Angelo, infine, conserva un sogno nel cassetto per quel che concerne la sua avventura con la Lazio, da realizzare, possibilmente, già in quest’annata: “Gli obiettivi sono tanti e la stagione è lunga – chiosa la giocatrice romana -, ma se devo dire in modo del tutto personale quale sia il mio desiderio più grande, e quindi quello che mi piacerebbe raggiungere di più con questa maglia, sarebbe senz’altro vincere la Final Eight di Coppa Italia”. L’ottimo inizio fa ben sperare in casa biancoceleste.

Alessandro Cappellacci