Dopo il successo esterno sul Bisceglie, la Lazio si prepara a scendere in campo contro un’altra formazione pugliese. Domenica 14 febbraio, sul parquet tinto di nero del PalaGems, le capitoline affronteranno il Real Statte, nel quintultimo appuntamento della regular season. “Prepareremo la partita nei minimi dettagli”, garantisce Tânia Sousa.

TANINHA – Le biancocelesti avranno bisogno di una prestazione maiuscola, se vorranno aver ragione delle ioniche di Marzella, e, per la portoghese, anche di qualcosa in più: “Servirà una Lazio concentrata, che ci metterà la testa e il cuore dall’inizio alla fine”, afferma Taninha, determinata a ottenere il primo acuto stagionale contro una “big”. Il team di Daniele Chilelli, infatti, non ha ancora brindato alla vittoria contro almeno una tra Falconara, Montesilvano, Kick Off e Statte. “È una verità e non ci possiamo nascondere dietro questo – ammette la vicecampionessa d’Europa -. Vogliamo far bene e stiamo lavorando al massimo, ma, purtroppo, i risultati fino adesso non sono arrivati”. Secondo la numero 10 biancoceleste, tuttavia, è soltanto questo di tempo: “La stagione è ancora lunga e, perciò, sono sicura che l’impegno che stiamo mettendo ci porterà i frutti”. Che si tratti di Serie A o della Coppa Italia, l’ex Sporting Clube de Portugal vuole essere protagonista insieme alle sue compagne: “Abbiamo una squadra forte e possiamo giocare con tutte le altre a viso aperto – chiosa la laterale -. Quindi, vogliamo arrivare fino in fondo a tutte le competizioni”. La giusta mentalità c’è.

Alessandro Cappellacci