La Salernitana Femminile 1970 vince contro il Canicattì salendo a quota 12 punti: le granata si confermano cosi al secondo posto in campionato.

A margine del match valevole per il girone D di Serie B a parlare è stato il tecnico Massimiliano Lanteri che sulla sfida con le siciliane ha commentato: “Dovevamo ancora riprenderci dalla sconfitta di Napoli, per la quale personalmente sono ancora arrabbiato e le ragazze lo sanno. Contro il Canicattì abbiamo giocato bene a tratti. Siamo stati brave dopo il 2-0, abbiamo iniziato il secondo tempo senza approcciare bene e loro hanno fatto 2-1 su una nostra disattenzione. Successivamente abbiamo cambiato qualcosa portando la partita a casa con un’ottima seconda parte della ripresa dove abbiamo avuto più di un’occasione per allargare il risultato”.

Il finale di gara. “Sul 2-1 non ho avuto la sensazione di non vincerla, però nel futsal nulla è scontato in particolare su un campo piccolo come il nostro dove i tiri arrivano sempre. Mi è piaciuto il nostro essere camaleontici all’interno della stessa gara, provando più schemi e giocate differenti. Nella parte finale, poi, abbiamo veramente tirato con frequenza in porta legittimando il successo”.

La critica del mister. “Non riesco a essere ancora contento. Si devono fare ancora miglioramenti, partendo dall’allenamento. Domenica abbiamo una delle pretendenti al campionato e la dobbiamo affrontare in un certo modo. Si deve fare quel passo in più, alzando l’asticella grazie al lavoro quotidiano. Si può crescere individualmente e come squadra”.

Un occhio alla prossima gara. “Per fare bene con l’Irpinia dobbiamo giocare meglio rimanendo concentrate in ogni allenamento. Questa non è una critica a le ragazze, che danno sempre l’anima, ma uno sprono per essere pronte ad assimilare quante più nozioni possibili. Ci sono squadre in questo girone con organici costruiti per vincere, noi proveremo a fare dare fastidio sapendo che domenica ci attende una partita difficile, su un campo grande. Se all’inizio di campionato mi avessero detto di trovarmi li, dopo 5 partite, forse una mezza firma l’avrei messa, anche se con il Napoli non volevo perdere”.

Ufficio Stampa Salernitana