Esordio amaro per la T&T Royal Lamezia, che torna a casa con una sconfitta da Messina per 4-1.

Le biancoverdi, menomate dalle assenze forzate di Julia Ferreira (squalificata) e Veronica Calendi (a casa con la febbre) si presentano con un quartetto del tutto inedito con nuovi innesti dell’ultima ora. La squadra è farcita di under 18 e addirittura una under 16 in campo, con le sole Masaro, Aliotta e Sorrentino uniche giocatrici a vantare un po’ di esperienza. Le lametine non riescono a opporre resistenza a una squadra ben decisa, che già al quarto minuto si porta in vantaggio con De Gaetano che, servita ottimamente da Pensabene, si trova a tu per tu con Toledo e la trafigge senza difficoltà.

Prova la reazione la Royal, ma al 7′ le padrone di casa trovano il raddoppio con Pensabene che riceve palla e da quasi centrocampo tira di prima intenzione, la palla finisce nel sette alla sinistra di Toledo. Si catapulta in avanti la squadra lametina, diverse le occasioni per le ragazze di mister Carnuccio che capitalizzano al con un grandissimo gol di Masaro che interrompe un’azione d’attacco avversaria e fa partire il contropiede; la brasiliana si fa tutto il campo, supera un’avversaria e tira sotto le gambe di Crimi. Il gol dà morale alle biancoverdi che vanno alla ricerca del pareggio, ma è il Team Scaletta a gioire grazie a una prodezza di Marchetta. Ottima triangolazione Marchetta – Cucinotta – Oliva, con la prima che mette a sedere Masaro e Toledo e segna il gol del 3-1. Il 4-1 arriva nel secondo tempo ancora con Marchetta che, servita ottimamente da De Gaetano, non può far altro che mettere in rete. Una Royal battuta ma non abbattuta, se si considera la giovane età delle giocatrici e le numerose assenze di oggi. Testa al prossimo match di domenica 23 ottobre in casa contro il Reggio Sporting Club.

Ufficio Stampa T&T Royal Lamezia