Era questa probabilmente la prestazione che Riccardo Russo aveva chiesto alle sue ragazze alla vigilia del match contro l’Olimpus. Le All Blacks rispondono gol dopo gol alla formazione di Daniele D’Orto e portano a casa un buon pari.

Al Kick Off il merito di aver interrotto la scia di vittorie della formazione di casa. Olimpus che, nonostante sia stata sempre in vantaggio sull’avversario, non ha saputo assestare il colpo del k.o. malgrado le numerose occasioni.

Ma torniamo alla formazione milanese e diamo i voti a quelle che, secondo noi, sono state le migliori in campo tra le All Blacks.

Guti 7,5. Preziosa in cabina di regia, mente e sostanza di un Kick Off che ha finalmente trovato il suo perno difensivo; indispensabile tanto dietro quanto in mezzo al campo. Padrona di casa.

Nona Saez 8. Quando la palla è tra i piedi della numero 10 ci si aspetta sempre che accada qualcosa di bello ed importante e così è. Insieme a Vieira, trascina in attacco la sua squadra, a volte caricandosi sulle spalle il peso del contropiede. Non fermarti Forrest, corri!

Angelica Dibiase 7. Fresca di convocazione in nazionale, il portiere pugliese – ex della partita – sfoggia una prestazione di quelle da incorniciare, pochi errori e tanta voglia di non concedere spazi. Incolpevole sulla conclusione di Dayane, coperta quando Gayardo calcia in porta per il vantaggio dell’Olimpus. Ritrovata.

Monica Atz e Sofia Vieira 7. Lottano, scalpitano e, quando capita, fanno male. Le loro reti tengono a galla il Kick Off nel momento del bisogno. Punti di riferimento.