“Ebbene si, adesso possiamo dirlo, la Real Fenice chiude i battenti. E’ triste dover dare una tale notizia, chiudo un capitolo della mia vita calcistica indimenticabile, ho passato anni da giocatrice e poi da tutto fare in questa società, dove sono cresciuta calcisticamente e umanamente”.

Inizia così il post sulla pagina Facebook di Sonia Allegra, dirigente del club, che spiega: “Il dover chiudere è una sconfitta che brucia e che lascia una ferita, quando credo in un progetto mi ci butto e cerco in tutti modi di far andar bene le cose, credo nei sogni e credo in questo sport… Per questo presentiamo (scusatemi se a tanti non ho mai dato una risposta alle vostre mille domande) un nuovo progetto, fatto di unione, fatto di sogni, fatto di voglia, fatto di sacrifici, fatto di umiltà, fatto di crescita… La Asd Union Fenice è il progetto che si sperava da tempo, siamo 2 società unitesi (Fenice e Marco Polo, e forse potrebbe coinvolgere La Polisportiva Bissuola) per creare un settore giovanile femminile, cosa che manca nel Veneziano, mantenendo la serie A2, una vetrina molto golosa e giusta per il progetto per le nostre ragazze. Quindi un in bocca al lupo a chi crederà a questo progetto e alle ragazze che hanno dato fiducia a questo nuovo progetto; ringrazio a chi ha fatto parte della Real Fenice, essi dirò grazie a tutti noi che abbiamo dato inizio a questo bellissimo sogno”.

Poi, sulla pagina della Fenice…

“Post fata resurgo” ovvero “dopo la morte mi rialzo”. Questa locuzione latina si usa per esprimere fiducia nella propria capacità di risollevarsi dalle disavventure e di vincere le avversità del destino (risorgo).

E anche se ci avevano dati per spacciati, come ogni Fenice che si rispetti, noi siamo ancora qua, con un progetto tutto nuovo (ma con la stessa passione di sempre) per questa nuova Stagione 2018/2019 di Serie A2.