Di cose importanti in questo match ne abbiamo viste molte. Tanto per iniziare, parliamo della resistenza atletica di entrambe le formazioni, di due squadre che stanno bene fisicamente e che sono riuscite ad esprimersi al meglio in campo, dando vita ad un match giocato a ritmi altissimi.

Qui Salinis. Nel primo tempo Bellarte coglie l’attimo: sul quinto fallo a carico della formazione pugliese inserisce il portiere di movimento, forse con l’idea di fare possesso palla e riesce a passare in vantaggio. Che dire del recupero di Maite che in chiusura di match “risorge” da un lieve infortunio – sembrava trattarsi di distorsione – , torna in campo e si fa valere in ogni situazione, firmando nel finale la terza rete per il Salinis. E della prova di Taty? Come non nominarla… Resta in campo per 39′ effettivi di gioco, senza fatica, senza problemi e realizza il raddoppio con un tiro spa-ven-to-so! Ma quanto sono stati preziosi, per questa squadra la vivacità di Rozo e gli interventi in interdizione di Pato che ad inizio partita impediscono al Montesilvano di manovrare in attacco come vorrebbe; la giocatrice cambia volto nella ripresa, dimostrandosi preziosa anche in fase offensiva.

Qui Montesilvano. Il triangolo che porta Guidotti e Borges a confezionare l’azione dell’1-1 che coglie di sorpresa Tardelli è un qualcosa da manuale del futsal, tanto per dire… La reattività di Borges mette in forte difficoltà il Salinis; l’azzurra è brava sia in anticipo che in fase di inserimento. Dayane davanti è un punto fermo, al quale oggi è mancata solo la gioia del gol.

Noi saremo a Montesilvano pronti a fotografare nuovi attimi, pronti ad immortalare il meglio di gara 2, settimana prossima.