Qualche minuto per riprendere confidenza col campo. Riparte dalla gara contro la Virtus Marina di Massa, il percorso sportivo di Alessandra Fossi, al rientro con La 10 Futsal Femminile Livorno dopo l’intervento di ricostruzione del legamento crociato effettuato lo scorso 4 giugno.

FOSSI – “C’è ancora un po’ di paura, ma – commenta il pivot – l’unico modo per superarla è giocare e vedere che il ginocchio regge bene. Quando mi sono operata la prima volta (6 anni fa, n.d.c.), la prima presenza è stata dopo 6 mesi e dopo un annetto ho ripreso completamente il ritmo, quindi so cosa mi aspetta: pazienza e tanto lavoro”. Squadra e società – intanto – l’aspettano senza pressioni, forti del quarto risultato utile consecutivo ottenuto in casa con la solita pioggia di reti. “C’è stato un dominio completo, con due sbavature che capitano quando ormai la gara è indirizzata e si tende ad abbassare la concentrazione. Noi entriamo in campo sempre per vincere, indipendentemente da chi abbiamo e cercando di far gol tutte le volte che se ne presenti l’occasione. Non siamo attendiste e non ci accontentiamo: è questa la linea di pensiero di mister Vannini, noi l’abbiamo sposata a nostra volta e non sarà diverso da così nella gara contro la Polisportiva 2M. Non ti nascondo – continua Fossi – che il campionato ci sta un po’ stretto, ma utilizzeremo questa stagione per far crescere il più possibile chi si avvicina a questa disciplina dal calcio e prenderemo tutto quello che di buono viene”. Un’evoluzione sportiva che va di pari passo con quella personale. “Ormai non ho neanche più il tempo per seguire la mia amata Inter – sorride la giocatrice -. Ho iniziato a lavorare, sono andata a convivere, ci sono allenamenti e palestra e – soprattutto – sto proseguendo gli studi nel percorso di specialistica in Scienze Motorie. Cosa spero per il mio futuro? Di poter insegnare perché mi piace il contatto con i bambini, sono sempre positivi e ti danno una grande carica”.


Ufficio Stampa La 10 Livorno