Dodici punti filati e primo posto in classifica per La 10 Futsal Femminile Livorno, ma Giulia Perelli – anzi, Sua Maestà Giulia Perelli, come la chiamano dalle sue parti – ha troppa esperienza alle spalle per lasciarsi andare a facili entusiasmi.

“Pur avendo centrato quattro buoni risultati, cosa che non è mai scontata, bisogna considerare che abbiamo avuto un calendario che ci ha agevolate. Il difficile arriva ora: il derby col Prato, poi la Sabina Lazio Calcetto e la Futsal Pistoia. Quelle saranno le vere sfide in cui vedremo se abbiamo avuto tempo a sufficienza per adattarci alla categoria. Qui le distrazioni si pagano caro: anche col Sangiovanni, partita poi vinta in modo largo, siamo andate sotto al primo attacco”.

Nonostante ora sia a tutti gli effetti un testacoda (prima contro ultima), sia la promozione in Serie A2 de La 10 che la vittoria della Coppa Toscana – l’anno scorso – sono passate proprio dal doppio confronto con le prossime rivali del Prato. “A differenza nostra, la loro è stata una partenza più difficile, per cui non starei a guardare più di tanto la classifica. Per me le partite sono tutte uguali, ma mi fa un certo effetto ripensare al recente passato in cui ci siamo giocate il campionato proprio con loro. Forse questo derby lo sento un po’ di più, per cui massima concentrazione”.

Se questa è ancora una fase di rodaggio, ben presto il livello della competizione si alzerà e la crescita delle giallonere dovrà andare di pari passo. “Il dato più positivo è che stiamo segnando più o meno tutte, questa potrà essere un’arma in più perché nel caso in cui dovesse mancare una giocatrice, sai che avrai l’altra che potrà darti lo stesso contributo. Ma i margini di miglioramento di una squadra con tante novità sono importanti e dobbiamo lavorarci. I playoff? Li vedo tranquillamente raggiungibili, poi però bisognerà fare tutto alla perfezione: basta un passo falso per mandare tutto all’aria”.


Ufficio Stampa La 10 Livorno