Arriva la Final Four di Serie C. La Sabina Lazio, dopo il pari con il Castellammare (0-0), ha chiaro in mente cosa “non fare” nelle fasi finali della competizione.

Queste le indicazioni di mister Valeria Scattone che non si pone limiti. Contro il Prato la formazione romana dovrà dare tutto, spiega il tecnico, per strappare il pass per la promozione in Serie A2.

Come arrivate alla sfida contro la formazione toscana?

“Alla grande! Nessuno di noi si aspettava di arrivare così lontano. Ieri mi hanno chiesto se la Sabina è stanca… Non possiamo essere stanche. Davanti a noi c’è la partita con il Prato e basta. Ci arriviamo cariche, pronte ad andare il più lontano possibile”

Conosci l’avversario? Che gara ti aspetti?

“Non conoscevo la squadra ma la sto studiando… Dai video, il Prato ha disputato una buona fase iniziale in Coppa, battendo squadre molto competitive; si tratta di una formazione nuova che giocherà con la giusta tranquillità”

Cosa hai detto alle tue ragazze?

“Alla Sabina c’è un bell’ambiente, ci sto da quattro anni. Visto quanto abbiamo fatto contro il Castellammare, nella gara terminata 0-0, ho detto loro che vorrei la prendessero come esempio per capire ‘cosa non fare’ alle Final Four. Arriveremo alla partita con il Prato per dare tutto quello che possiamo dare”

Completa questa frase: non succede ma se succede…

“Andiamo in Serie A2! Le altre squadre hanno già conquistato sul campo il pass per la promozione. Battendo il Prato saremo già promosse. Sarebbe stupendo”.