La Littoriana è pronta per un’altra neopromossa. Ma, guai a sottovalutare l’avversario.

Mister Enrico Grassia non abbassa la guardia dopo la vittoria contro la LS10. E per superare il Pontinia chiede alle sue ragazze di scendere in campo con la testa…

Covid-19, come lo state vivendo?

“Stiamo cercando di affrontarlo al meglio. Non sappiamo come gestirlo, nessuno lo sa, non ci sono precedenti. Dopo gli allenamenti facciamo docce a turni, prima di ogni sessione ci misuriamo la temperatura, le ragazze indossano la mascherina sempre, nelle amichevoli le ragazze in panchina avevano la mascherina, cerchiamo di mantenere il distanziamento fin quanto possibile, con la speranza che non succeda nulla. Andiamo avanti seguendo i protocolli”

Come è andata la prima?

“Settimana scorsa abbiamo vinto 5-2 contro la LS10, neopromossa salita dalla D. Non abbiamo preso sotto gamba la partita, la abbiamo gestita nel migliore dei modi, dominandola. Siamo andati sul 3-0, con il lungo andare si è visto come il ritmo partita non ci sia ancora. Allenarsi non basta, bisogna giocare. Nella ripresa siamo calati ma abbiamo tenuto sempre la partita in tasca”

Arriva il Pontinia…

“Giocheremo contro una neopromossa che ha già fatto vedere cosa sta facendo contro il Roma 3Z pareggiando 3-3. Sarà un avversario ostico, dovremo mantenere alta la concentrazione, venderanno cara la pelle. Conosco la Società e le ragazze, sono molto competitivi e preparati. Sarà una bellissima partita. Mi aspetto dalle ragazze tanta concentrazione. Poi il risultato verrà”

Dopo le belle parole spese dal Presidente, viene da chiedersi, quale sarà il posto della tua squadra in campionato?

“Ringrazio il Presidente che mi ricopre di belle parole, merito anche suo. Ha messo in piedi una realtà che a Latina non c’era. Siamo gli unici ad avere una realtà così bella, avendo iniziato un percorso che sta proseguendo nel migliore dei modi. Per l’annata non mi sbilancio. Penso sempre passo dopo passo. Primo obiettivo sarà salvarsi, una volta raggiunto puntare ai Play Off. Una volta che saremo li valuteremo”.

Alla fine un messaggio alla squadra: “Le spremo fino all’ultimo e loro mi seguono sempre e comunque, allenandosi anche di domenica. Sono preciso e maniacale, eppure loro mi seguono. Un grazie a loro che si applicano e si impegnano sempre e comunque”.