Oggi è il turno di Martina Murru, bomber nuorese del Santu Predu.

Lo scorso anno è stata la tua prima stagione nel campionato nazionale. andata alla grande. Hai avuto qualche proposta interessante, cosa ti ha spinto a rimanere ancora una volta a Nuoro?
Murru:
Le proposte che ho ricevuto sono state davvero interessanti, tanto che mi son trovata quasi a dare conferma per prendere parte in una squadra che lo scorso anno ha impressionato un po’ tutti quanti. Le ragioni per la quale son rimasta a Nuoro, col mio Santu Predu sono, in primis, perché è la mia famiglia, la mia casa e il mio posto sicuro; il rapporto e l’armonia che c’è all’interno della squadra e del gruppo è fantastico, da far invidia a chiunque. In secondo luogo, perché son sicura delle capacità di ognuna di noi, siamo una squadra giovane che può crescere, che può dare tanto e che può togliersi grosse soddisfazioni.

Da tanti anni ormai sei una delle giovani sarde più apprezzate, tassello importante per anni della rappresentativa sarda, hai partecipato alle qualificazioni per le Olimpiadi con la maglia azzurra. Hai ancora qualche sogno da incoronare?
M:
Di sogni ne ho tanti per quanto riguarda la mia passione, sicuramente tornare a far parte della nazionale mi farebbe tanto piacere e sarebbe per me una soddisfazione in più e una delle più grandi, ma un altro sogno, che spero si possa realizzare, sarebbe vincere un campionato con questa maglia.

Dopo queste prime giornate, quale è la squadra che ti ha impressionato di più? E chi è stata l’avversaria che ti ha messo più in difficoltà?
M:
Diciamo che non ne ho una in particolare, fino a oggi penso che ogni squadra abbia giocatrici buone che possono metterti in difficoltà, bisogna tenere il ritmo alto come stiamo e sto facendo.


Ufficio Stampa Santu Predu
*foto: Melania Cenedese