Un’Italcave Real Statte bella e soprattutto determinata riesce a superare il Cagliari per 5-2 e ritrova il feeling con i tre punti. Mantenuta l’imbattibilità interna da parte delle rossoblù grazie al successo contro le isolane in una situazione complicata perché a poche ore dalla gara Marzella deve rinunciare a Valentina Margarito che assieme a Marina Belam riempie la casella delle assenze. Di contro in campo parte bene e farà una gran figura Roberta Linzalone, in porta nonostante qualche problema alla mano sinistra, assieme a Soldevilla, Dalla Villa, Mansueto e Renatinha, che giocherà la migliore partita in rossoblù. Risponde il Cagliari con Mascia, Cortes, Marchese, Cely e Vargiu. Piede sull’acceleratore e Italcave che va subito avanti dopo 47 secondi con Mansueto. La stessa giocatrice della Nazionale serve Dalla Villa che sotto porta realizza il 2-0. Insomma pronti via e il Real Statte mette subito al sicuro la gara che diventa ancor più in discesa al sesto con un gol fantastico di Renatinha: recupero palla in difesa, se ne va sulla destra saltando tutte le avversarie sul filo del fallo laterale, si presenta a tu per tu con Mascia, la supera in uscita e deposita in rete facendo esplodere il PalaCurtivecchi. Avanti 3-0 le ioniche provano anche a segnare il quarto gol con Mansueto e Renatinha ma al 14′ su schema di punizione giunge il gol di Cely. Nemmeno un giro di lancette e Dalla Villa rimette il punteggio sul 4-1. Nella ripresa l’Italcave prova a segnare ma a 13 minuti e mezzo Cortes diventa portiere di movimento e i tiri dalla distanza con Renatinha, Violi, Linzalone, Soldevilla, Russo non trovano fortuna. L’Italcave resiste sino a due minuti dalla fine quando Cortes vede premiati i suoi sforzi con un gol da opportunista sotto porta. Le ioniche tengono bene e sulla sirena Boutimah dopo aver recuperato dal giro palla isolano gonfia la rete per la quinta volta chiudendo un match ad altissima intensità. Questo il pensiero del trainer ionico al termine della gara. “Abbiamo dato continuità al lavoro fatto sin dalla prima giornata, anche la partita col Montesilvano è stata buona nel complesso salvo qualche scelta arbitrale dubbia e il nervosismo eccessivo. Abbiamo tratto giovamento e col Cagliari quest’ultimo aspetto è stata cancellato completamente. Era un match delicato perché quando lavori bene e non fai punti qualche interrogativo in più te lo poni. Invece questa volta abbiamo conquistato l’intera posta in palio. Avevamo due assenze importantissime, ma altrettanto è stato l’impiego di tutte le ragazze che hanno dato il massimo per tornare al successo. Ottime le prestazioni da parte del gruppo che ora può sicuramente esser soddisfatto appieno. Sono contento per Linzalone, alla prima da titolare in porta, che non ha fatto rimpiangere il nostro capitano e questo a dimostrazione di un organico ampio a disposizione. Nel corso della gara anche Soldevilla ha avuto problemi, entra Violi che non ha fatto passare nulla dalla sua zona. Il gol di Renatinha? Il pubblico ha detto tutto: tutti in piedi ad applaudire per diversi minuti dopo la marcatura dell’italo-brasiliana. Ma tutte coloro che hanno giocato hanno veramente messo in campo qualcosa in più della semplice voglia di vincere e questo non può che rappresentare un bel punto di partenza per il futuro”.

 

TABELLINO

ITALCAVE REAL STATTE-FUTSAL CAGLIARI 5-2 (4-1 p.t.)

ITALCAVE REAL STATTE: Linzalone, Soldevilla, Dalla Villa, Mansueto, Renatinha, Russo, Marangione, Ceci, Violi, Naiara, Boutimah, Gallo. All. Marzella
FUTSAL CAGLIARI: Mascia, Vargiu, Gayardo, Martìn Cortes, Marchese, Gasparini, Marrocco, Mendes, Cuccu, Dayane, Mulas. All. Ordas
MARCATRICI: 0’47” p.t. Mansueto (S), 4’44” Dalla Villa (S), 6’40” Renatinha (S), 14’33” Gayardo (C), 15’20” Dalla Villa (S), 17’56” s.t. Martìn Cortes (C), 19’59” Boutimah (S)
AMMONITE: Gayardo (C), Boutimah (S), Mansueto (S), Violi (S)
ARBITRI: Pietro Granata Giglio (Sala Consilina), Gaetano Fabio Grande (Rossano) CRONO: Antonio Valentini (Bari)

Francesco Friuli (Responsabile Comunicazione Italcave Real Statte)
A. Caramia – A. M. Crescenzi