Ritrovare gioco e fiducia. Non esiste altra via, per Ana Sestari, dopo l’esperienza in Coppa Italia durata decisamente troppo poco per le adriatiche. A spegnere i sogni, dopo appena 40′, è stato l’Italcave Real Statte poi finalista della competizione, ma questo non consola neanche un po’.

SESTARI – “Purtroppo il nostro gioco non ha funzionato e non abbiamo avuto la lucidità di rimetterci in partita subito dopo il gol preso in apertura con Renatinha. C’è poco da aggiungere al riguardo. Ora dobbiamo guardarci in faccia e poi far vedere veramente chi siamo, tornando ad acquisire quella di sicurezza che è necessaria e che abbiamo inevitabilmente un po’ perso dopo lo stop di Bisceglie”. Un’altra gara prima di playoff e – come uno scherzo del destino – di fronte alle biancazzurre, al PalaCurtivecchi di Montemesola, ci saranno ancora una volta Margarito e compagne. “Non siamo al meglio della forma, ma non ci saranno alibi. Abbiamo un obiettivo che è quello di chiudere al secondo posto nella griglia e vogliamo riuscirci facendo vedere in campo un gioco da Pescara. La postseason? Non possiamo nasconderci perché vogliamo ancora puntare in alto: indipendentemente da chi ci sarà dall’altra parte, dai nomi e dagli ostacoli, siamo le tricolori e siamo abituate a lavorare per dare sempre il massimo. Non c’è più tempo per correggere gli errori, conterà soltanto avere più fame del nostro avversario. Da adesso in poi non possiamo più sbagliare”.

Ufficio Stampa Futsal Pescara Femminile