Dal Canosa al Molfetta, Laura Sciannamea cambia casacca ma non regione. Un altro acquisto di prospettiva per le pugliesi, che assicurano il futuro della propria porta nelle mani della classe ’98. Di seguito, la nota di benvenuto del club con tanto di prima intervista al nuovo portiere:

Ancora una novità per la Femminile Molfetta, che prende a titolo definitivo la giovanissima portierina Laura Sciannamea. Classe ’98, proveniente dal regionale pugliese, nello scorso campionato si è messa in mostra giocando nel Pink Futsal Canosa. Ora per lei una nuova entusiasmante avventura nel campionato nazionale, dove avrà modo sicuramente di imparare tanto dal “mostro” Liuzzo e chissà avere qualche chance di giocare.

Ciao Laura e benvenuta a Molfetta. Raccontaci un po’ di te, di dove sei, del tuo curriculum sportivo, cosa fai nella vita.
“Felicissima di essere qui, ciao a tutti! La mia esperienza nel mondo del Futsal inizia a 16 anni, quando nacque la prima squadra nel mio paese. Ho iniziato giocando come centrale difensivo, fino a quando un’infortunio, quasi come una chiamata, mi ha costretta a fermare la mia corsa. Di lì a poco scoprì l’emozione di stare tra i due pali, da cui non mi sono più allontanata. La mia formazione continua in campionati di serie C, tra Canosa e la città di Cerignola, dove mi sono presa non poche soddisfazioni, personali e di squadra”.

Cosa ti ha spinto a scegliere la Femminile Molfetta?
“È il salto di qualità che mi ci voleva. Ho accettato la proposta del Femminile Molfetta perché ho voglia di dare seguito a tutti i sacrifici fatti fin ora. Riponendo tanta fiducia in loro, con tanta voglia di allenarmi e crescere insieme”.

Conosci già qualche ragazza della squadra o qualcuno dello staff?
“Conosco le ragazze solo da tifosa. Ho iniziato a seguirle un paio di anni fa quando conobbi il mister Diego Iessi. Il calcio mi ha fatto stringere le amicizie più belle, sono sicura che mi integrerò benissimo anche qui”.

Cosa ti piace fare nel tuo tempo libero?
“Amo la musica, amo viaggiare e amo gli animali. E soprattutto praticare qualsiasi tipo di sport oltre al Futsal”.

Ufficio stampa Femminile Molfetta