Una sconfitta forse inaspettata quella subito domenica dalla Woman Grottaglie che capitola in casa, per 0-2, al cospetto dell’Irpinia per via, anche, dell’infortunio subito da Sharon Di Sanza.
A commentare la partita è l’allenatore biancoazzurro Antonio Locorotondo: “Il primo tempo è stato ottimo tanto che abbiamo costruito anche quattro-cinque nitide palle gol ma senza riuscire a concretizzarne nemmeno una. Nella ripresa la squadra è rimasta concentrata costruendo sempre buone azioni ma senza mai trovare il gol. A cinque minuti dalla fine la beffa con le campane che ci infilano con un tiro da fuori e con l’estremo tentativo di pareggiare che ci vede, addirittura, soccombere per 0-2”.
“Di positivo c’è la fase difensiva: abbiamo retto molto bene. Di negativo, invece, il fatto che non siamo riusciti ad essere cinici sotto porta. Usciamo ancora una volta sconfitti immeritatamente ma questo è il futsal: vince chi segna di più. Se non concretizzi le occasioni, il bel gioco – chiosa il tecnico – non serve a nulla. In questo periodo la fortuna sembra averci voltato le spalle”.
“Ho visto una formazione molto rognosa – ha detto parlando dell’Irpinia – che ha combattuto su ogni pallone e che, nonostante la sofferenza, è riuscita a portarsi a casa tre punti. Adesso dobbiamo cercare di rimediare e cercare di fare subito punti”.
“Ora ci attende un’altra battaglia tosta in quel di Salerno con le campane che domenica hanno conquistato i primi tre punti della loro stagione. Troveremo una compagine con il morale alto a duemila. Sarà dura ma andremo li per cercare di portare a casa il bottino pieno”.
(fonte ufficio stampa woman)