Altro big match per il Granzette che domenica 28 febbraio ospiterà una delle squadre più forti del campionato: la Lazio, alle ore 17.00 in casa, gara che si svolgerà come di consueto a porte chiuse.

LE PREMSSE – Dopo la bella prestazione di domenica scorsa nella trasferta pugliese contro il Real Statte, dove purtroppo il risultato non ha rispecchiato l’andamento della gara, in quanto a occasioni avute le ragazze di mister Bassi avrebbero meritato di portare a casa almeno il pareggio, ora dovranno misurarsi con un’altra big e confermare il percorso di crescita intrapreso in questo girone di ritorno. Le biancocelesti invece la scorsa giornata sono rimaste ferme ai box per il rinvio della gara contro il Cagliari e nel match precedente hanno lasciato tre punti al Real Statte, per cui domenica cercheranno il riscatto. La Lazio attualmente si trova a metà classifica mentre il Granzette è penultimo a pari merito con il Pelletterie, contro il quale ha vinto però gli scontri diretti, entrambe le formazioni vorranno aggiudicarsi tre punti importanti in chiave classifica, le prime per non allontanarsi dal quartetto di testa e le venete per assicurarsi la salvezza.

BASSI – Il Granzette si sta preparando duramente alla competizione, come conferma coach Chiara Bassi: “Stiamo lavorando sodo durante gli allenamenti poiché, come ho sempre detto, è durante la settimana che si gioca la partita. Se ci si allena con il giusto spirito e ci si impegna a dovere, allora la gara dovrebbe essere lo specchio di quanto preparato. Ho la fortuna di avere delle atlete che si dedicano a questo sport anima e corpo, anche dopo un’intera settimana di lavoro, e lo fanno con il sorriso sulle labbra, per cui è doveroso, per l’impegno profuso, che si riesca a raccoglierne i frutti. La squadra sta bene, siamo in crescita e la voglia di raggiungere i nostri obiettivi c’è da parte di tutte le giocatrici, staff compreso per cui domenica affronteremo la Lazio come fosse una finale. Ho più volte ribadito che le nostre avversarie esprimono un buonissimo calcio a 5 ed è una delle migliori squadre del campionato ma questo non ci spaventa, scenderemo in campo per dare tutto e fare meglio di quanto non abbiamo fatto nelle gare precedenti, senza rimpianti”. Si prospetta così un match combattuto tra Granzette e Lazio, partita da non perdere, che sarà visibile in diretta sulla pagina Facebook della società ospitante e su PMG Sport Futsal, appuntamento allora a domenica 28 febbraio alle ore 17.00.

L’angolo neroarancio: due chiacchere con Cintia Pereira.

Sei entrata a far parte della squadra rodigina in questo inizio di anno, a campionato già partito, cosa ti ha spinto a sposare il progetto Granzette?
Sinceramente non mi aspettavo di tornare in Italia in questa stagione ma quando la società mi ha contattato ho accettato fin da subito con grande entusiasmo.

Come ti trovi a vestire la maglia neroarancio? Quali sono le tue impressioni sulla società e compagne di squadra?
Qui mi trovo molto bene, sia con le mie compagne che con la società. Poco a poco stiamo crescendo insieme e questo mi fa veramente piacere.

L’obiettivo primario ora è raggiungere la salvezza, quali sono le prossime gare da non perdere? Che partita vedremo domenica contro la Lazio?
Sì, il nostro obiettivo principale è sicuramente raggiungere la salvezza, sappiamo che non sarà facile ma credo che ci riusciremo perché questa squadra ha tanta qualità per salvarsi. Non possiamo scegliere le partite da vincere, dobbiamo giocare e provare a vincerle con tutte le squadre che incontreremo, anche un punto per noi sarà prezioso.

Ora raccontaci qualcosa di te, come hai iniziato a giocare a calcio a 5 e la tua carriera fino a ora.
Ho iniziato a giocare quando avevo sei anni con mio fratello e poi all’età di otto anni mio papà mi ha iscritto a una scuola calcio, dove, però giocavo con i ragazzi perché non c’era la femminile. Giovanissima, a quattordici anni sono uscita da casa per giocare in altre realtà e da quel momento in poi non sono più tornata a vivere con miei genitori, la mia famiglia è stata sempre presente ed è stata una cosa molto importante per me per riuscire ad avverare il mio sogno: giocare in Europa. Ora sono qui e mi sento realizzata, il mio percorso mi ha portato dove sono adesso ed è proprio quello che desideravo.

Grazie per la disponibilità Cintia e ti auguriamo di raggiungere i tuoi obiettivi, sia sportivi sia personali.

Erica Marabese
Ufficio Stampa Granzette