A volte ritornano. E lo fanno per vincere. Giulia Lisi è tornata all’Olimpus dopo un’ottima esperienza tra le fila della Lazio e ha trovato una società organizzata e ambiziosa: “Ho trovato una società più solida con le idee chiare sugli obiettivi stagionali..c’ è sempre stata grande professionalità ed è un ambiente in cui staff e giocatori dal settore giovanile alle prime squadre, maschile e femminile, indossano davvero la stessa maglia creando un ottimo clima di lavoro, questo spero non cambi mai”.

Giulia Lisi è una giocatrice di grande talento e soprattutto una perfezionista: “Sono felice di far parte di questo gruppo e credo che ci siano le basi per poter dare sempre di più. Contenta per ora dei risultati ottenuti ma personalmente vorrei crescere ancora”

Una Elite sempre più competitiva, una sorta di campionato mondiale di futsal: “Si è visto dal girone d andata quanto sia competitivo in entrambi i gironi. Al nord mi hanno impressionato Sinnai e Ternana nel nostro girone Statte e Locri. Il ritorno sarà ancora più duro perché ci si gioca il posto in coppa quindi non resta che preparare bene partita dopo partita. Sogno di vincere qualcosa con questa maglia”

Chiusura con il botto con la Nazionale Italiana che si appresta a disputare il suo primo torneo internazionale con avversarie del calibro di Russia, Spagna e Portogallo. Ma Lisi avrebbe voluto misurarsi anche contro il Brasile: “Penso che l’ Italia fino all’ anno scorso poteva solo guardare da lontano le competizioni Internazionali quindi si sono fatti passi da gigante. Dispiace non vedere la prima nazionale al mondo perché penso che solo misurandosi con i migliori il nostro movimento possa crescere davvero anche a livello di seguito. L’ Italia sarà alla prima esperienza quindi ci sarà sicuramente tanta emozione ma sono sicura farà vedere qualcosa di buono. Farne parte sarebbe bellissimo, per questo continuo ad allenarmi dando il massimo”.